ANNO 9 n° 167
Confcooperative ed E-distribuzione uniscono le forze: più sicurezza sul lavoro
12/06/2019 - 15:29

VITERBO - E-distribuzione, la società del Gruppo Enel che gestisce la rete a media e bassa tensione, e Confcooperative Lazio Nord uniscono le forze a favore della sicurezza del lavoro nei campi, in particolare la coltivazione di alberi da frutto. Si è tenuto infatti a Viterbo un incontro rivolto agli agricoltori locali e associazioni che operano nel settore delle abitazioni e dei servizi (manutenzione del verde ecc...), al fine di sensibilizzarli in materia di prevenzione del rischio elettrico e fornire loro regole per operare in piena sicurezza. All'incontro hanno partecipato, tra gli altri, il Presidente di ConfCooperative Lazio Nord, Bruna Rossetti, e i responsabili territoriali di E-Distribuzione, Elena Cavallo e Mario Scotto Lavina.

Il territorio viterbese, infatti, è noto per la coltivazione di alberi da frutto che necessitano di potature ad hoc e, in alcuni casi, di opportuni macchinari per la raccolta. Queste attività, qualora dovessero essere svolte nei pressi di impianti di distribuzione dell'energia elettrica, sono ad alto rischio poiché l'utilizzo di macchinari, scale e mezzi potrebbe portare ad un pericoloso avvicinamento degli operatori agli impianti.

'Un'esperienza decisamente positiva – commenta Bruna Rossetti – che auspichiamo possa essere presto replicata. Spesso chi lavora in questo settore sottovaluta il pericolo che corre operando in situazioni di scarsa sicurezza. L'incontro è servito a prendere consapevolezza dei rischi e a capire quali sono i giusti comportamenti da adottare quando si agisce in prossimità di linee elettriche aeree'.

E-Distribuzione vuole ricordare tre semplici ma fondamentali accorgimenti per operare in sicurezza: mai avvicinarsi alle linee elettriche oltre le distanze ammesse dalla normativa e mai toccare o manomettere cavi elettrici, anche se isolati, sia con le mani che con attrezzi; se è necessario operare in prossimità delle linee oltre tali distanze occorre prendere contatti con E-Distribuzione per definire le modalità che consentano l'esecuzione dei lavori in sicurezza, come ad esempio la temporanea disattivazione programmata del tratto di cavi elettrici interessato dalle attività; individuare con gli opportuni strumenti disponibili in commercio o contattando e-distribuzione gli impianti eventualmente presenti prima di eseguire lavori di scavo o attività su facciate degli edifici o parti comuni dei condomini.






Facebook Twitter Rss