ANNO 9 n° 85
Confcommercio Lazio Nord: costituito il Gruppo Terziario Donna
12/03/2019 - 11:41

VITERBO - Costituito ieri 11 marzo presso la sede di Viterbo di Confcommercio, il Gruppo Terziario Donna Lazio Nord.

Il Gruppo T.D. è rappresentativo delle imprenditrici associate a Confcommercio – Imprese per l’Italia operanti nel settore del commercio, del turismo, dei servizi, delle PMI e delle professioni.

Lo scopo del Gruppo è quello di concorrere, per particolari profili attinenti all’imprenditoria femminile, valorizzandone gli apporti specifici, alla organizzazione, alla tutela e alla promozione degli interessi rappresentati dal sistema confederale.

“Siamo orgogliosi di aver costituito il Gruppo T.D. Lazio Nord, ci dice il Presidente Confcommercio Lazio Nord Leonardo Tosti, un gruppo compatto rappresentativo dell’intera provincia di Viterbo e di Rieti.

Un Gruppo che si pone obiettivi importanti mirati alla crescita imprenditoriale e professionale, negli ambiti sociali, economici ed istituzionali”.

Nominata Presidente l’imprenditrice Barbara Spinelli a capo di una importante impresa storica della città di Viterbo.

Vice Presidenti Marzia Marzoli di Tarquinia e Loretta Scarino di Viterbo.

Il direttivo è composto dalle imprenditrici: Cinzia Filoscia, Lorenza Turilli, Cristina e Daniela Filoscia, Claudia Moroni, Claudia Scarsella, Sandra Costantini, Tamara Luccioli, Rosanna Stoppani, Tiziana Favi, Luigia Scolastici, Daniela Coletta Ferrara.

“Sono felice per questa nomina, ci dice la neo-presidente Barbara Spinelli, poiché ritengo che le donne rappresentino il vero cambiamento per una società più giusta ed un’economia innovativa. Ci impegniamo al cambiamento, ci facciamo portatrici di una nuova Economia, virtuosa ed ispirata ai buoni esempi. Partiamo da Viterbo, dandovi appuntamento il 21 marzo al Convegno “Il Neuromarketing nel negozio” presso il Gran Caffè Schenardi alle ore 14,30: un argomento nuovo, quello del Neuromarketing, che studia i comportamenti negli acquisti, le emozioni che l’acquisto provoca nel nostro cervello e che offre strumenti maggiori per migliorare le vendite off-line, partendo proprio dal luogo di esperienza sensoriale ed emotiva per eccellenza, il negozio tradizionale”.







Facebook Twitter Rss