ANNO 9 n° 114
Comune, sventola ancora
la bandiera della crisi
Incontri e riunioni si susseguono per dipanare la matassa FdI-Lega che tiene aggrovigliato tutto il centrodestra
17/03/2019 - 02:30

di Annamaria Lupi

VITERBO – Fioccano incontri, riunioni e proposte sulla crisi del centrodestra a Palazzo dei Priori. Un turbinio ancora caratterizzato sembra da un vento di tempesta. Niente sereno all'orizzonte, il barometro segnala ancora variabilità. La ritrovata armonia, annunciata nel comunicato proveniente da Roma, pare fosse riferita ad eventuali coalizioni da mettere in campo per le Comunali di primavera. E non alla situazione viterbese.

Fumata nera dalla riunione di maggioranza tenutasi ieri mattina. Inalterate le posizioni: Fratelli d'Italia vuole la Nunzi, no secco dalla Lega. Niet anche alla proposta di possibili rimaneggiamenti delle deleghe assessorili.

Alla ricerca di una soluzione sono proseguiti nell'intera giornata e in serata gli incontri singolarmente tra i vari partiti, ognuno a fare le proprie valutazioni per elaborare una proposta da presentare agli alleati che la riferiranno ai rispettivi gruppi consiliari per verificare quale riscuota maggiori consensi.

Sul piatto varie offerte: fuori la Nunzi, Ubertini resta oppure entrambi fuori dalla giunta.

Qualcuno propende per restare con la giunta a sette, come è attualmente. Una soluzione salomonica che consentirebbe di riportare un po' di serenità in maggioranza in attesa del voto di maggio. Per poi decidere l'eventuale ritorno dell'esecutivo a nove.

Intanto le risultanze degli incontri dovrebbero convergere presumibilmente nella giornata odierna sul tavolo del sindaco Arena a cui poi spetterà il delicato compito di mixare, con occhio attento all'equilibrio delle dosi, proposte e pareri emersi per trovare una sintesi, che sia la meno indigesta possibile a meloniani e salviniani.

Il primo cittadino, che aveva preannunciato una propria proposta, ha preferito ascoltare prima le voci dei partiti per poi presentare quella ufficiale e definitiva. Cosa che potrebbe avvenire oggi stesso anche se le probabilità maggiori confluiscono su lunedì.





Facebook Twitter Rss