ANNO 9 n° 115
''Come creare una stella sulla terra''
La lectio magistralis del prof. Fasoli all'inaugurazione dell'anno accademico
13/04/2019 - 09:32

VITERBO - Lunedì 15 alle ore 11 presso l’Aula Magna di S.Maria in Gradi il professor Ambrogio Fasoli, Ordinario di Fisica all’École Polytechnique Fédérale de Lausanne (EPFL) e Presidente di EUROfusion, terrà una Lectio Magistralis sul tema “Plasmi e fusione, ovvero come creare una stella sulla terra “.

Fasoli, durante la lezione, illustrerà le potenzialità dell’energia da fusione, possibile soluzione a uno dei problemi più importanti per l’umanità, quello di trovare una sorgente di energia che sia sicura, abbondante, accessibile a tutti e compatibile con lo sviluppo sostenibile. Il mezzo nel quale l’energia da fusione è prodotta, sulla terra come nelle stelle, è il plasma, quarto stato della materia. La presentazione fornirà un’introduzione generale al plasma, all’energia da fusione e i suoi potenziali vantaggi, e discuterà lo stato della ricerca, e l’approccio intrapreso a livello europeo per arrivare ad un una produzione di energia su scala industriale. Si tratta di un tema in cui l’Università della Tuscia è protagonista a livello europeo, partecipando come terza parte ENEA al programma comunitario Eurofusion, ed in particolare ai progetti ITER (International Thermonuclear Experimental Reactor) a Cadarache (Francia), DTT (Divertor Tokamak Test) a Frascati (Italia) ed al reattore di nuova generazione DEMO.

La lezione del professor Fasoli inaugurerà l’Anno Accademico 2019/2020 dei corsi di Ingegneria dell’Università degli Studi della Tuscia, che continuano a crescere: le iscrizioni di ingegneria meccanica sono salite del 30% nell’anno accademico corrente e i giovani laureati trovano occupazione ancor prima del conseguimento del titolo, in particolare durante gli stage curriculari. Oltre agli oltre 10 progetti di ricerca in essere, europei, nazionali e regionali, crescono le collaborazioni scientifiche con le realtà imprenditoriali del territorio, come testimoniato dagli ultimi accordi per attività di ricerca e sviluppo con la DiMar SpA e le Fonderie Belli SrL. Infine, l’Università della Tuscia ospiterà presso la sede di ingegneria la XXXV riunione annuale dei Ricercatori di Elettrotecnica dal 19 al 21 Giugno (www.et2019.unitus.it), dove verranno illustrate le più recenti attività di ricerca nell’ambito della teoria dei circuiti e dell’elettromagnetismo.







Facebook Twitter Rss