ANNO 9 n° 234
Chic and the city: l'8 marzo Alberto Mezzetti allo Chic Viterbo
di Annalisa Fortunati
06/03/2019 - 06:59

di Annalisa Fortunati

'FORSE CERTE DONNE NON SONO FATTE PER ESSERE DOMATE, FORSE HANNO BISOGNO DI RESTARE LIBERE FINCHÉ NON TROVANO QUALCUNO ALTRETTANTO SELVAGGIO CON CUI CORRERE. '

Con queste parole Carrie Bradshaw, ci accoglie nella sua scintillante Manhattan e con queste stesse parole vi informiamo che per la FESTA DELLA DONNA lo CHIC VITERBO ha scelto l'uomo più selvaggio e amato della Tuscia: il vincitore del Grande Fratello ALBERTO MEZZETTI.

Per la festa della donna, Danilo Torrioni, titolare del noto locale viterbese, riesce sempre a stupire tutti con effetti speciali e anche questa volta non ha deluso le aspettative delle tantissime donne che continuano a scegliere lo Chic Viterbo. Alla fantastica cena servita quest'anno è stata aggiunta anche la possibilità di un aperitivo più smart per cercare di accontentare le tantissime richieste che sono arrivate da ogni angolo della provincia.

Il tema di quest'anno sarà la serie capostipite di tutte le serie femminili: SEX AND THE CITY. Era il 1998 e sul piccolo schermo, grazie alla serie, i personaggi femminili assumono un’altra dimensione: sono donne libere, emancipate e in carriera. Tra mille peripezie , le quattro protagoniste,mostrano cose che, alla fine degli anni Novanta, evidentemente ancora non erano tanto ovvie: essere single non significa essere delle zitelle sfigate; una donna può non saper cucinare, lavare, pulire e stirare e parlare di sesso che va al di là dell’amore romantico in modo estremamente esplicito. Irriverenti, brillanti e a tratti brutalmente sincere, le quattro amiche più famose del piccolo schermo rappresentano lo stereotipo della donna sessualmente libera e priva di inibizioni. Con le loro morali antiromantiche e le loro, altrettanto ciniche pillole di saggezza, hanno redatto un vero e proprio manuale di educazione sentimentale per le donne delle generazioni successive.

Ogni donna oggi può rispecchiarsi in Carrie, Miranda, Charlotte e Samantha e lo Chic Viterbo ha scelto loro come madrine simboliche della fantastica festa che andrà a organizzare e in cui non mancheranno cosmopolitan, omaggi alle presenti , musica e divertimento assicurato. A ogni gruppo di amiche piace riconoscersi in loro per la capacità di confrontarsi e fare gruppo facendo della diversità delle altre la forza per arricchire la propria femminilità e conoscere un pezzo in più di se stesse. Cristina, Anna , Ilaria, Valentina, Daniela, Fabiola,Ludovica... loro non possono darsi appuntamento al centro di Manhattan, ma noi piace l'idea di ritrovarle venerdi prossimo alla festa della donna organizzata allo Chic di Viterbo City.

E gli uomini? Danilo Torrioni informa che, come vuole la tradizione dello Chic Viterbo, saranno le donne a scegliere se consentire o meno l'accesso al locale alla folta schiera di cavalieri che ogni anno si riversa all'ingresso.







Facebook Twitter Rss