ANNO 8 n° 294
Cersaie 2018: la ceramica civitonica
la fa da protagonista
Sono 16 le aziende locali che spiccano all'evento internazionale del settore
26/09/2018 - 07:14

CIVITA CASTELLANA – (mdl) La ceramica civitonica protagonista a Cersaie 2018. Sono 16 quest’anno i marchi della Tuscia presenti al salone internazionale della ceramica per l’architettura e dell’arredo bagno in corso di svolgimento a Bologna, una delle vetrine più importanti del settore (clicca qui per vedere l’elenco completo degli espositori civitonici). Un evento dove le aziende non solo presentano le proprie novità ma si confrontano con il mercato internazionale sempre più esigente e con la concorrenza sempre più agguerrita. Aperto lunedì scorso il salone sta facendo registrare una buona partecipazione di pubblico come conferma Andrea Gulinucci, amministratore di Ceramica Globo. ''In questi primi giorni – dice – c’è molta gente, un’affluenza di qualità, un approccio positivo e noi siamo soddisfatti’’.

L’edizione 2018 di Cersaie potrebbe essere ricordata per i colori. Puntano infatti su nuove tinte anche le novità proposte da alcune aziende civitoniche. ''Abbiamo fatto un restyling delle collezioni classiche che sono state riproposte con colori più attuali - continua Gulinucci che rivela anche le altre novità di Ceramica Globo - A Cersaie 2018 presentiamo piatti doccia di altezza ridotta, una collezione nuova con lavabi sia a incasso che semincasso. E poi abbiamo ridotto le dimensioni di alcune collezioni’’.

Anche la Ceramica Flaminia, presente al padiglione 30 negli spazi B4 e D3, punta sui colori. ''Tre le tonalità che presentiamo in questa occasione – dice Francesco Bravini– argilla, rosso Rubens e verde petrolio. Per lanciare le novità abbiamo realizzato anche un video in cui sono coinvolti i lavoratori’’. La Ceramica Flaminia ha in serbo anche un’esperienza particolare. ''C’è un’area Flaminia Experience – continua Bravini – un labirinto dove i prodotti vengono presentati come fossero al museo con un gioco di luci che ne esaltano le caratteristiche. Il visitatore è accompagnato in un percorso sensoriale, fatto anche di profumi''.

Ma che cosa cerca il mercato oggi? ''Il mercato è selettivo – afferma Gulinucci – le aziende devono essere in grado di rispondere a tutte le esigenze. In quest’ottica la Ceramica Globo ha allargato la gamma dei prodotti per soddisfare i bisogni di chi ha spazi ridotti come di chi ha ambienti più grandi''.

Punta sulla qualità la Ceramica Flaminia ''Per fronteggiare il mercato in continuo cambiamento e la concorrenza – sostiene Francesco Bravinii - la Flaminia tiene il passo della qualità''.

Dando uno sguardo al futuro e considerando l’apprezzamento del pubblico, la ceramica civitonica si candida a rimanere una delle punte di diamante del settore. Ceramica Globo svela anche qualcosa di più. ''Stiamo lavorando a un paio di collezioni nuove – dice l’amministratore Gulinucci – Abbiamo portato a Cersaie alcuni di prototipi che il mercato sta dimostrando di apprezzare''.






Facebook Twitter Rss