ANNO 8 n° 322
'Centrodestra unito e civici' propone modifica del piano investimenti sulla viabilità
13/10/2018 - 10:57

VITERBO - Riceviamo e pubblichiamo da Gruppo Consiliare Centrodestra unito e civici:

Clima surreale ieri in commissione lavori pubblici. Si discuteva il piano di investimenti provinciali sulla viabilità che verrà esaminato dal consiglio provinciale nella seduta di lunedi.

Il gruppo di opposizione “Centrodestra unito e civici” ha predisposto una proposta di modifica del piano tenendo conto delle esigenze del territorio e delle ricadute, anche in termini di investimento, che detti interventi possono rivestire per il tessuto sociale provinciale.

Le proposte opportunamente approfondite, anche mediante il coinvolgimento dei Sindaci, rappresentano certamente delle esigenze di intervento non più rinviabili. “tra le proposte” dichiara il consigliere Grancini presidente della commissione lavori pubblici “abbiamo individuato quale priorità la strada Sammartinese quella che collega Viterbo con l’Ospedale di Belcolle fino a San Martino Villa Immacolata. La strada riveste sicuramente un interesse primario stante il collegamento con il più importante ospedale della provincia ma non sono previsti interventi di manutenzione nei prossimi cinque anni. Auspico che il consigliere provinciale Serra in Consiglio possa essere di supporto almeno a questa proposta di modifica. Inoltre altro interrogativo che abbiamo posto è stato quello della manutenzione della strada provinciale Ortana che ora diventa regionale e che versa soprattutto in corrispondenza dei centri abitati in situazione di vergognoso abbandono. Siamo certi che Astral provvederà ad interventi di manutenzione puntuali con cortese sollecitudine ? Confidiamo nell’apporto che il Consigliere Valentini e Paolini potranno dare per la variazione del piano mediante l’approvazione delle nostre proposte di modifica ”

“ Abbiamo assistito ad una triste performance della maggioranza oserei dire senza precedenti .” dichiara il capogruppo Alessandro Romoli “Il documento programmatico è frutto di una scelta tecnica ci è stato detto, non può essere in alcun modo modificato. Verrebbe da dire allora cosa stiamo a fare come amministratori di questa Provincia. Come centrodestra abbiamo presentato alcune modifiche importanti per strade che rivestono un’importanza strategica dalla S.P. 46 che collega Montalto di Castro a Montalto Marina alla Porto Clementino che collega Tarquinia a Tarquinia Lido ambedue percorse nel periodo estivo da migliaia di persone; dalla Martana che collega Marta a Tuscania alla Falisca che collega la Flaminia con Faleria e Calcata . Abbiamo inoltre richiesto che i proventi derivanti dalla vendita della colonia di Bolsena circa un milione di euro vengano destinati parte al completamento dell’asfaltatura della strada provinciale 114 Bisenzio, che oltre ad essere frequentatissima nel periodo estivo rappresenta un collegamento viario fondamentale per molti paesi dell’alta Tuscia , parte alla manutenzione della viabilità provinciale insistente nel comune di Bolsena. In Consiglio non faremo sconti rispetto a proposte che formuleremo con approfondimenti anche di carattere tecnico. Verrebbe da dire mentre si realizza l’ufficio di Gabinetto del presidente anche questo blindato dalla maggioranza con lo stesso sistema si tenta l’ennesimo assalto alla diligenza senza concertare con le forze di opposizione la ben che minima iniziativa amministrativa”.

“Ci dicono che è un piano frutto di esclusive valutazione tecniche” dichiara il Consigliere provinciale Carlo Pellegrini che ha colto l’occasione di questo piano stradale per chiedere un impegno più incisivo della Provincia per reperire e destinare fondi per la vera piaga delle strade provinciali che è la manutenzione ordinaria, in primis cunette e alberature ai bordi stradali. Poi ci accorgiamo che nel territorio comunale di Canepina si mette mano con fresatura e bitumatura della Canepinese strada che transita nel centro abitato dopo che è stata manutenuta la 25 A variante che transita a Canepina per Vignanello e la Cassia Cimina che guarda caso è l’unica strada provinciale a passare di competenza regionale ad essere stata completamente asfaltata. Ho inoltre sollecitato interventi sulla strada Falisca .”

Richiesti inoltre dal gruppo consiliare “Centrodestra Unito” interventi per la messa in sicurezza del ponte sulla strada 117 Valle dell’Olpeta nel comune di Latera e ultimo tratto afferente il Comune di Farnese, la 118 Lago di Mezzano nel Comune di Valentano, l’ anticipazione di interventi sulla strada che da Castel Sant’Elia arriva a Civita Castellana, interventi puntuali sulla barbaranese e braccianese e la richiesta di riclassificazione della 144 maremmana che nel Comune di San Lorenzo passa da Regionale a Statale creando assoluti problemi di competenza per le successive manutenzioni ordinarie straordinarie per l’amministrazione Comunale e per l’intera cittadinanza .

Abbiamo registrato anche la contrarietà del Capogruppo MoRi Massimo Paolini che ha abbandonato la commissione Consiliare a seguito di un confronto non proprio pacifico con il Consigliere Palozzi e ausichiamo che ogni consigliere valuti prescindendo dall’appartenenza politica un piano che a nostro vedere merita assolutamente essere rivisitato e perfezionato. Chiederemo pertanto al consiglio di esprimersi su ogni proposta di modifica in modo tale che ogni amministratore si assuma le proprie responsabilità verso il territorio.

 

 

Clima surreale ieri in commissione lavori pubblici. Si discuteva il piano di investimenti provinciali sulla viabilità che verrà esaminato dal consiglio provinciale nella seduta di lunedi.

Il gruppo di opposizione “Centrodestra unito e civici” ha predisposto una proposta di modifica del piano tenendo conto delle esigenze del territorio e delle ricadute, anche in termini di investimento, che detti interventi possono rivestire per il tessuto sociale provinciale.

Le proposte opportunamente approfondite, anche mediante il coinvolgimento dei Sindaci, rappresentano certamente delle esigenze di intervento non più rinviabili. “tra le proposte” dichiara il consigliere Grancini presidente della commissione lavori pubblici “abbiamo individuato quale priorità la strada Sammartinese quella che collega Viterbo con l’Ospedale di Belcolle fino a San Martino Villa Immacolata. La strada riveste sicuramente un interesse primario stante il collegamento con il più importante ospedale della provincia ma non sono previsti interventi di manutenzione nei prossimi cinque anni. Auspico che il consigliere provinciale Serra in Consiglio possa essere di supporto almeno a questa proposta di modifica. Inoltre altro interrogativo che abbiamo posto è stato quello della manutenzione della strada provinciale Ortana che ora diventa regionale e che versa soprattutto in corrispondenza dei centri abitati in situazione di vergognoso abbandono. Siamo certi che Astral provvederà ad interventi di manutenzione puntuali con cortese sollecitudine ? Confidiamo nell’apporto che il Consigliere Valentini e Paolini potranno dare per la variazione del piano mediante l’approvazione delle nostre proposte di modifica 

“ Abbiamo assistito ad una triste  performance della maggioranza oserei dire senza precedenti .” dichiara il capogruppo Alessandro Romoli “Il documento programmatico è frutto di una scelta tecnica ci è stato detto, non può essere in alcun modo modificato. Verrebbe da dire allora cosa stiamo a fare come amministratori di questa Provincia. Come centrodestra abbiamo presentato alcune modifiche importanti per strade che rivestono un’importanza strategica dalla S.P. 46 che collega Montalto di Castro a Montalto Marina alla Porto Clementino che collega Tarquinia a Tarquinia Lido ambedue percorse nel periodo estivo da migliaia di persone; dalla Martana che collega Marta a Tuscania alla Falisca che collega la Flaminia con Faleria e Calcata . Abbiamo inoltre richiesto che i proventi derivanti dalla vendita della colonia di Bolsena circa un milione di euro vengano destinati parte al completamento dell’asfaltatura della strada provinciale 114  Bisenzio, che oltre ad essere frequentatissima nel periodo estivo rappresenta un collegamento viario fondamentale per molti paesi dell’alta Tuscia ,  parte  alla manutenzione della viabilità provinciale insistente nel comune di Bolsena. In Consiglio non faremo sconti rispetto a proposte che formuleremo con approfondimenti anche di carattere tecnico. Verrebbe da dire mentre si realizza l’ufficio di Gabinetto del presidente anche questo blindato dalla maggioranza  con lo stesso sistema si tenta l’ennesimo assalto alla diligenza senza concertare con le forze di opposizione la ben che minima iniziativa amministrativa”.

“Ci dicono che è un piano frutto di esclusive valutazione tecniche” dichiara il Consigliere provinciale Carlo Pellegrini che ha colto l’occasione di questo piano stradale per chiedere un impegno più incisivo della Provincia per reperire e destinare fondi per la vera piaga delle strade provinciali che è la manutenzione ordinaria, in primis cunette e alberature ai bordi stradali.   Poi ci accorgiamo che nel territorio comunale di Canepina si mette mano con fresatura e bitumatura della Canepinese  strada che transita nel centro abitato dopo che è stata manutenuta  la 25 A variante che transita a Canepina per Vignanello e la Cassia Cimina che guarda caso è l’unica strada provinciale a passare di competenza regionale ad essere stata completamente asfaltata. Ho inoltre sollecitato interventi sulla strada Falisca .”

Richiesti inoltre dal gruppo consiliare “Centrodestra Unito”  interventi per la messa in sicurezza del ponte sulla strada 117 Valle dell’Olpeta nel comune di Latera e ultimo tratto afferente il Comune di Farnese, la 118 Lago di Mezzano nel Comune di Valentano, l’  anticipazione di interventi sulla strada che da Castel Sant’Elia arriva a Civita Castellana,  interventi puntuali sulla barbaranese e braccianese e la richiesta di riclassificazione della 144  maremmana che nel Comune di San Lorenzo passa  da Regionale a Statale creando assoluti problemi di competenza per le successive manutenzioni ordinarie straordinarie per l’amministrazione Comunale e per l’intera  cittadinanza  .

Abbiamo registrato anche la contrarietà del Capogruppo MoRi Massimo Paolini che ha abbandonato la commissione Consiliare a seguito di un confronto non proprio pacifico con il Consigliere Palozzi e ausichiamo che ogni consigliere valuti prescindendo dall’appartenenza politica un piano che a nostro vedere merita assolutamente essere rivisitato e perfezionato. Chiederemo pertanto  al consiglio di esprimersi su ogni proposta di modifica in modo tale che ogni amministratore si assuma le proprie responsabilità verso il territorio .






Facebook Twitter Rss