ANNO 8 n° 110
Cenciarelli mette fine alla sofferenza: 1-0
Una partita non bella, al Rocchi, che si sblocca solamente nei minuti finali
04/10/2017 - 18:22

VITERBO - La situazione di classifica vede un Pro Piacenza che fatica ad ingranare la giusta marcia con posizione piuttosto bassa. E la Viterbese cerca di approfittarne per recuperare i punti persi contro il Pisa e la Giana Erminio. Invece, gli uomini di Fulvio Pea, entrano in campo con le migliori intenzioni e danno battaglia ai gialloblu. Dopo i primi minuti, su un tiro degli ospiti, l'arbitro segnala la volontarietà del tocco di mano di Kabashi. Il numero 6, però, si trovava a una distanza minima dall'avversario e i dubbi restano.

Sul dischetto si presenta Aspas, ma Iannarilli para e devia in calcio d'angolo. E' un episodio che cambia il volto della partita. La formazione ospite prende palla e non la molla: sfiora un'occasione dopo l'altra sotto gli occhi del direttore di gara che fischia tutto, anzi, troppo. E' una partita da dimenticare per la terna, ma anche per Mendez e qualche suo compagno. Valerio Bertotto, in panchina, si sbraccia come non mai e richiama tutti all'attenzione: ma il secondo tempo non è che il seguito del primo anche come gioco.

Il pubblico richiama il mister all'attenzione incitando alla sostituzione. E viene accontentato: dopo neanche dieci minuti della ripresa, Jefferson rileva Razzitti e Cenciarelli Vandeputte. Dopo un'altra manciata di minuti di sofferenza, anche Mendez abbandona il campo per dare spazio a Bismark. E proprio uno dei nuovi entrati sblocca, dopo quasi 80 minuti, il match. E' Cenciarelli, infatti, a raccogliere un assist e mettere in rete il vantaggio che fa esplodere la tribuna.

Il resto sono cinque minuti di recupero e molti effettivi di totale sofferenza. Il Pro Piacenza tenta la reazione, ma Iannarilli fa i soliti miracoli. I padroni di casa non riescono a chiudere il match con sicurezza e finiscono per chiudersi in difesa fino al triplice fischio finale. Partita brutta con una Viterbese, a tratti, in difficoltà. Cenciarelli è l'eroe di giornata. 





Facebook Twitter Rss