ANNO 9 n° 347
Caro bollette, perché il Comune non tutela i cittadini?
I consiglieri comunali chiedono lumi al sindaco
12/11/2019 - 13:01

CIVITA CASTELLANA - Riceviamo e pubblichiamo.

''In merito alle bollette pazze che la Talete spa ha inviato ai cittadini di Civita Castellana e di tutta la provincia di Viterbo, ci chiediamo come mai il sindaco (che è anche socio della stessa Talete con il 5,33% ) non abbia presentato le anomalie al collegio sindacale in relazione alle tariffe ed alle modalità ingiustificate, premesso che come socio che detiene una quota maggiore di un ventesimo, avrebbe - come ha effettivamente - tutto il diritto di chiedere un intervento urgente dello stesso organo sociale.

Ci chiediamo inoltre come mai chi dovrebbe agire in difesa dei cittadini di Civita Castellana sia così titubante nel proporre un atto che avrebbe tutelato gli stessi. 

Riscontriamo ancora una volta (come gia accaduto con i distacchi selvaggi) una sudditanza del sindaco e della giunta tutta nei confronti delle indicazioni politiche dettate dall'alto e se così non fosse dobbiamo constatare (e non è purtroppo la prima volta) l'incapacità di questa amministrazione di essere una voce autorevole in difesa dei cittadini di Civita Castellana. 

Queste come altre importanti questioni che riguardano la gestione dell'acqua saranno riportate nel consiglio comunale straordinario sulla Talete del quale abbiamo già fatto richiesta.

Simone Brunelli (Pd)

Vanessa Losurdo (Pd) 

Yuri Cavalieri (Rc) 

Claudio Parroccini (FI)

Maurizio Selli (M5S) 

Maurizio Serafinelli (M5S)






Facebook Twitter Rss