ANNO 9 n° 322
Carlo Rovelli è il nuovo presidente di Caffeina Cultura
L’imprenditore viterbese assume il timone della Fondazione. Andrea Baffo rimane nel direttivo
27/07/2019 - 10:08

VITERBO - ''Io sono molto orgoglioso di entrare in Fondazione Caffeina Cultura. Questa squadra ha una capacità di inventare novità che ho visto in pochissime altre situazioni. Li ho sempre definiti dei matti, nel senso di visionari, gagliardi'': sono queste le parole con cui al termine del consiglio direttivo di venerdì 26 luglio Carlo Rovelli ha assunto la carica di presidente di Fondazione Caffeina Cultura. Classe 1947, nato a Viterbo e una vita da imprenditore alla guida della CR Technology Systems, Rovelli succede ad Andrea Baffo che manterrà un ruolo organizzativo di rilievo nella Fondazione viterbese, confermando immutato l’impegno profuso negli ultimi anni.

Amico e sostenitore di Caffeina da molti anni – suo, infatti, il vitale contributo da oltre 150mila euro che ha permesso la riapertura del cinema in via Cavour, oggi Teatro Libreria Bistrot Caffeina – e già presidente onorario della Fondazione Caffeina, Carlo Rovelli rilancia da oggi la sua vicinanza a tutte le sue attività diventandone guida e centro propulsore. ''Ho sempre cercato di dare una mano alle persone che fanno di più per Viterbo. Negli ultimi anni'', dichiara Rovelli all’atto del suo insediamento, ''Caffeina è molto cresciuta grazie agli straordinari progetti che ha saputo creare, coltivare e alimentare. Per questa brillante inventiva il nostro marchio è ormai conosciuto ben oltre i confini della nostra città, con importanti realtà che da anni ci chiedono di mettere il nostro know how al servizio delle loro progettualità: penso a quello che facciamo a Pienza e al grande successo della proposta di Natale che tante amministrazioni locali ci propongono di esportare con richieste fin dalla Puglia, oltre ai tradizionali e sempre nuovi programmi del Festival a Viterbo, all’iniziativa per il territorio del ciclo dei Monti Cimini e alla splendida attività del Teatro e del Palazzo Caffeina. Questo patrimonio non solo rimarrà vivo ma sarà al cuore del nostro impegno, alimentato e sviluppato in ogni direzione possibile''.

''La mia intenzione è quella di portare in Fondazione la mia esperienza di imprenditore e manager. Buona amministrazione, efficace gestione e sostegno finanziario saranno fra le nostre priorità: quanto fatto negli ultimi anni da questo ente è stato straordinario ed animato dal miglior entusiasmo e dalla più genuina buonafede. Voglio ora mettere a sistema le grandi idee e il patrimonio di Fondazione Caffeina Cultura, fare un quadro preciso dei tanti flussi di lavoro e definire obiettivi, vecchi e nuovi, che rimangano ambiziosi e che si confermino sostenibili. Auspico anche una crescita del rapporto con il territorio'', conclude il neopresidente: ''Questo è un sistema dalle potenzialità non indifferenti in cui si potrebbero creare tante cose. Sono viterbese e ho sempre rimproverato alla mia città una certa assenza di coraggio, dote che mi sembra ancora crescere con fatica''.

Andrea Baffo, presidente uscente di Fondazione Caffeina Cultura, esprime i migliori auguri di buon lavoro: ''A nome di tutto lo staff e della squadra di Fondazione Caffeina Cultura do il più grande dei benvenuto a Carlo Rovelli, un amico sincero e un benefattore lungimirante che ha sempre creduto nei nostri progetti e che ha già dimostrato di voler bene alla nostra idea per Viterbo e per la cultura”. Filippo Rossi, direttore artistico di Fondazione Caffeina Cultura, aggiunge: “Per sognare in grande servono grandi visioni e grande coraggio. Carlo Rovelli le ha entrambe. E’ grazie a queste doti che rilanceremo l’attività di Fondazione Caffeina Cultura e la nostra proposta artistica, culturale e di intrattenimento''.






Facebook Twitter Rss