ANNO 9 n° 230
''Carissima Caffeina,
ma quando ci paghi?''
Il Comune attende ancora il pagamento dei canoni di locazione per i locali dell'ex tribunale e dell'ex Zaffera utilizzati durante il Christmas Village
21/04/2019 - 06:50

 

VITERBO - (a.v.) ''Carissima Caffeina, ma quando ci paghi?''. Passano i mesi, passano gli anni ma il ritornello è sempre lo stesso. Dopo il caso dei metronotte – sollevato da Viterbonews24 – che avevano prestato servizio all'ultima kermesse estiva e si sono visti accreditare gli stipendi a novembre, sembra che la Fondazione abbia di nuovo problemi nei pagamenti. Questa volta ad aspettare i soldi dovuti è addirittura il Comune di Viterbo.

In occasione del Christmas Village, Palazzo dei Priori ha infatti concesso a Caffeina l'utilizzo dei locali dell'ex Corte d'Assise a piazza Fontana Grande per la mostra ''Il tesoro di Tutankhamon'' e dell'ex monastero del XV secolo che sorge in piazza San Carluccio, dove c'era il ristorante La Zaffera, per l'allestimento del ''villaggio degli elfi''. Il tutto, ovviamente, dietro il pagamento di un canone di locazione: 2.250 euro per l'ex tribunale e 2.160 euro per l'ex Zaffera, per circa 45 giorni di utilizzo. Somme di certo non impossibili da estinguere.

Il Natale però è passato e pure la Pasqua è arrivata ma nelle casse del Comune di Viterbo, nonostante i vari solleciti fatti in questo lasso di tempo, non è entrato il becco di un quattrino. Zero. Come se non bastasse, l'organizzazione del festival ha abbandonato al suo destino il villaggio degli elfi, ''parcheggiato'' fino a data da destinarsi nei locali dell'ex convento. Come ricorderanno i lettori più attenti, successe lo stesso l'anno scorso quando le pittoresche casette rimasero da gennaio a novembre nella loro iniziale location – un terreno privato in località Paradosso – e Palazzo dei Priori dovette intervenire ordinandone la demolizione in quanto abusive.

Premesso che avere difficoltà nei pagamenti - vista l'attuale congettura economica - non è di certo una colpa; una domanda però viene spontanea: perché le altre associazioni che chiedono e utilizzano i locali comunali devono pagare il canone di locazione in anticipo mentre Caffeina, nonostante i cronici ritardi, sembra essere esentata da questa regola?






Facebook Twitter Rss