ANNO 9 n° 142
''Carbognano senza banca né bancomat''
La denuncia di Fabrizio Ghera, FdI: ''Danni ai residenti e al turismo''
11/05/2019 - 13:13

CARBOGNANO - ''Nel comune di Carbognano, in provincia di Viterbo del Lazio, dal 2016 e' stata chiusa la banca e lo stesso istituto ha trasferito i correntisti a Fabrica di Roma a 3 km di distanza, mentre l'ufficio postale presente e' senza postamat. Una situazione che sta creando, ormai da tempo, molti disagi come ci segnala l'utenza, sia persone residente che tutti coloro che, proprietari di un immobile, magari ci trascorrono solo il periodo estivo o alcuni periodo dell'anno''. Lo dichiara in una nota Fabrizio Ghera, capogruppo FdI alla Regione Lazio, e candidato alle elezioni europee nel collegio Italia-Centro.

''Ad oggi a Carbognano - proseguono - chiunque voglia prendere contanti puo' recarsi oltre che in file durante gli orari di apertura della posta, ad un pos localizzato all'interno di un'attivita' commerciale con la massima possibilita' di prelievo di 150 euro. Una problematica che si riversa anche sull'indotto economico della comunita' territoriale, alimentando l'impoverimento progressivo del commercio, a danno dei negozi di vicinato e a vantaggio della grande distribuzione presente nei paesi vicini. E' assurdo, e ritengo necessaria a beneficio dei cittadini di Carbognano, l'avvio del dialogo con Poste Italiane che doveva essere fatto nell'immediatezza della chiusura della banca, affinche' anche Carbognano venga dotata di un postamat. E' anche cosi' che si alimenta una appetibilita' dei luoghi delle seconde case, del turismo e dei consumi. Come Fd'I seguiremo la vicenda auspicando che si arrivi presto ad una soluzione''.






Facebook Twitter Rss