ANNO 9 n° 342
''Capodanno in piazza, perché il Comune non fece una gara pubblica?''
Un vecchio post dell'assessore De Carolis costringe ora Arena ad alcuni chiarimenti. Tanti interrogativi posti da Luisa Ciambella (Pd)
13/11/2019 - 06:39

VITERBO - (s.l.) - ''Perché – ha chiesto ieri in consiglio comunale il capogruppo del Pd Luisa Ciambella - il Comune non fece una gara pubblica per l’organizzazione del concerto della notte di San Silvestro? A che titolo e in base a quale requisiti l’evento fu affidato all’associazione che gestisce il teatro comunale? Può, quest’ultima, svolgere servizio di agenzia di spettacolo comprando e vendendo spettacoli al Comune? La stessa, può avvalersi o meno della collaborazione di 'prestatori'? E in quella occasione, se così fu, come sarebbero stati individuati? E’ possibile che tra i prestatori ci fosse una agenzia, la quale, sembrerebbe, a quella data non risultava essere iscritta alla Camera di commercio e quindi al Mepa (Mercato elettronico della pubblica amministrazione)?''.

Mentre già montano le polemiche in vista del prossimo Capodanno in piazza - l’assessore De Carolis pressato dall’opposizione ha negato le indiscrezioni di stampa secondo cui il piano dei festeggiamenti sarebbe già definito con l’esibizione dell’orchestra di Demo Morselli e del pianista Marcello Cirillo – a tenere banco ci sono ancora alcuni interrogativi relativi alle procedure nell’organizzazione dell'evento passato.

A distanza di quasi un anno, infatti, un post pubblicato la mattina del primo gennaio dall’assessore al Turismo rischia di far esplodere un vero e proprio caso. A ripescare il breve testo dai social è stato il capogruppo del Partito democratico Luisa Ciambella. Poche righe quelle scritte da Marco De Carolis in cui ringrazia ''tutti coloro che hanno reso possibile la magia alle mie spalle''. E a corredo il selfie che lo ritrae insieme al sindaco Arena con lo sfondo della folla in piazza della Rocca. Tra i nomi citati da De Carolis ci sono l’associazione organizzatrice dell’evento e una agenzia di spettacoli. Il cui ruolo, secondo l'interrogazione della Ciambella, va ora chiarito. 

Da qui una serie di domande che Luisa Ciambella ha raccolto in una interrogazione riguardante il rispetto o meno in quella circostanza da parte del Comune dell'applicazione del codice degli appalti. Davanti a queste domande il sindaco Arena ha promesso che, dopo aver eseguito tutte le verifiche del caso, e ''certo della correttezza nell’operato dell’assessore De Carolis'', replicherà nel prossimo consiglio comunale.






Facebook Twitter Rss