ANNO 9 n° 259
Camilli: ''Gara sottotono, ma contavano i tre punti''
06/04/2014 - 19:06

VITERBO - (d.s.) Tre punti con il cuore in gola. La Viterbese si avvicina all'obiettivo. Gioca a ritmi bassi, non offre un calcio godibile, ma alla fine si prende il bottino e conserva sei punti di vantaggio sul Rieti. I gialloblu si stanno adeguando al tenore del campionato. Ormai tutte le gare saranno simili tra solo: soprattutto a Viterbo tutti i match sembrano fotocopie. Avverari che si chiudono e cercano di tenere lontana la Viterbese dalla porta. Serve l'episodio che queta volta ha avuto le fattezze di un'azione palla a terra tra Pero Nullo, Cerone e Polani.

Il silenzio stampa è rotto dalle parole del presidente Vincenzo Camilli. Il numero uno gialloblu è ancora teso per il finale in cui il Città di Monterotondo ha messo alle corde i gialloblu. L'adrenalina è ancpra in circolo e il sorriso è appena abbozzato: ''Oggi è stata una partita sottotono - attacca -, non abbiamo giocato bene, alcuni singoli non hanno fatto la migliore gara, ma contavano i punti. Mancano cinque partite, ancora non è finita. Il campionato va sudato''.

Una gara sofferta, la sensazione è che da qui alla fine il trend sarà simile: ''Adesso la squadra ci mette più grinta, più voglia di vincere - spiega Vincenzo Camilli - ed hanno capito chre per vincere il campionato ci servono altri mezzi oltre alle qualità tecniche. Un mese fa una gara del genere non l'avremmo vinta''.

Lo sguardo è rivolto verso il derby di domenica prossima a Soriano nel Cimono che potrebbe mettere in discesa il cammino della Viterbese: ''E' un match importante che va affrontato al meglio. A Soriano si va per vincere, abbiamo le possibilità e i mezzi tecnici per farlo. Sui Cimini ci aspetteranno, ma noi siamo la capolista e dobbiamo andare li con la consapevolezza della grande squadra''.





Facebook Twitter Rss