ANNO 9 n° 168
Camilli a Firenze
(ri)assaggia la Lega Pro
Il Comandante e Minguzzi a Firenze per la prima riunione organizzativa
13/05/2016 - 02:00

di Stefano Renzo

VITERBO – La squadra prepara la trasferta di domenica a Siracusa per il debutto nella poule scudetto, la Viterbese intesa come società ha avuto il primo contatto ufficiale con la Lega Pro e qualcosa si sta muovendo anche in Comune con i tecnici che ieri hanno effettuato un sopralluogo allo stadio Rocchi.

Momento importante, quindi, per il presente ed anche per il futuro della realtà gialloblu che vive ancora l’euforia del trionfo nel campionato appena concluso (nella sua fase regolare), ma certo non rimane con le mani in mano. Il patron Piero Camilli, accompagnato dal direttore sportivo Vincenzo Minguzzi, ieri ha partecipato a Firenze all’incontro che la Lega Pro ha organizzato per il benvenuto alle nove squadre che hanno appena guadagnato la promozione dalla serie D. Dopo il saluto del presidente Gabriele Gravina e di Antonio Cosentino presidente della D – come si legge in una nota emessa dall’Ufficio stampa della Lega Pro – la riunione ha previsto una serie di incontri sulle tematiche riguardanti l’area legale, le licenze nazionali ed il bilancio per le società professionistiche, tutti argomenti che potrebbero rappresentare una novità per chi non avesse mai fatto il calcio professionistico ma che certo non lo sono per Piero Camilli che questo calcio lo conosce molto bene per averlo frequentato fino ad un anno fa. Altri temi trattati nell’incontro di Firenze sono stati quelli per la collaborazione con l’Osservatorio sulle manifestazioni sportive, la biglietteria ed il controllo degli accessi agli stadi. Non è stato trascurato il discorso relativo alle norme per l’impiantistica, alle norme relative al tesseramento, ai diritti tv, al canale telematico Lega Pro Channel, ed alla sinergia tra l’Area Comunicazione della Lega e gli Uffici Stampa dei club. E’ stato infine presentato – conclude la nota stampa – il ''Front Office Lega Pro'', una sorta di sportello in grado di fornire servizi ed informazioni alle società e per seguirle nella varie tappe.

Contemporaneamente alla riunione di Firenze, a Viterbo ieri sono arrivati Funzionari del settore tecnico del Comune per un sopralluogo all’impianto di via della Palazzina, una visita volta ad una prima verifica dei lavori che debbono essere eseguiti in modo tale da non mettere in dubbio l’agibilità dell’impianto. Prossimamente un altro sopralluogo verrà compiuto da tecnici della Lega Pro che indicheranno nei particolari tutto ciò che dovrà essere eseguito prima dell’inizio della prossima stagione. E’ comunque un buon segnale quello che mandato ieri dal Comune i cui tecnici si sono soffermati in particolar modo sull’impianto di illuminazione, intervento che sembra improcrastinabile, non soggetto a deroghe, probabilmente anche tra i più ''pesanti'' sul piano economico. Segnale importante che lo diventerà oltremodo se alla visita di ieri, in tempi accettabili seguiranno i fatti.

La Viterbese è proiettata verso la gara di domenica in Sicilia, sul campo del Siracusa. Una trasferta importante ai fini di un possibile passaggio alla fase finale del torneo con il quale verrà assegnato il titolo di campione d’Italia che la società gialloblu, malgrado alcune difficoltà incontrate sul piano logistico, è riuscita ad organizzare nel migliore dei modi. Per mancanza di voli da reperire in tempi ristretti, sembrava si dovesse fare scalo a Reggio Calabria per poi proseguire in pullman fino a Siracusa, addirittura era stata paventata l’ipotesi di un intero viaggio Viterbo – Siracusa con l’autobus, ed invece al tirar delle somme si è riusciti a trovare la soluzione migliore: quella del volo Fiumicino – Catania, sia sabato all’ora di pranzo che domenica dopo la partita. Partita che, grazie anche alla disponibilità del Siracusa, su richiesta della Viterbese è stata anticipata alle ore 15 in modo tale da non aver problemi per raggiungere l’aeroporto catanese in tempo utile per l’imbarco sul volo della 20.30 diretto a Fiumicino.

Infine le voci di mercato. E’ di ieri la notizia rimbalzata prima da un canale televisivo e poi da un sito web che segue il mercato dei calciatori secondo la quale Sambenedettese, Teramo e Viterbese (citate in ordine alfabetico) avrebbero, loro malgrado, aperto un’asta per aggiudicarsi le prestazioni dell’ esterno sinistro Andrea Zanchi, 1991, del Perugia in questa stagione in prestito al Matera.





Facebook Twitter Rss