ANNO 10 n° 56
''Cambiare l'Europa per cambiare l'Italia''
Il sogno di Nicola Procaccini, candidato alle elezioni europee per Fratelli d'Italia
27/04/2019 - 13:32

VITERBO - (b.b.) - ''Ho un sogno: quello di creare un’Europa che oggi non c’è. Un’Europa nuova. Fatta di stati liberi e sovrani, che siano liberi di regolarsi sulle politiche economiche e fiscali come meglio ritengono, mentre invece collaborino e cerchino di essere uniti sulle cose importanti come la politica estera''. E’ un progetto ambizioso quello di Nicola Procaccini, il candidato all’europarlamento di Fratelli d’Italia, che questa mattina nella splendida e coloratissima cornice della manifestazione di San Pellegrino in fiore ha ufficialmente dato il via alla propria campagna elettorale in vista del prossimo 26 maggio.

43 anni, giornalista e sindaco della città di Terracina, da sempre militante della destra italiana, Procaccini non ha dubbi: ''Non vogliamo cancellare l’Europa, né tantomeno uscire da questa realtà. Quello che desideriamo è un cambiamento, all’interno del quale l’Italia possa avere voce in capitolo e benefici''.

Di cui non sempre in passato avrebbe goduto: ''Le elezioni europee sono state spesso sottovalutate – ha spiegato il candidato all’europarlamento per la circoscrizione dell’Italia centrale (Lazio, Toscana, Umbria e Marche) – abbiamo bisogno che arrivino a Bruxelles persone che vogliano davvero un cambiamento. Che desiderino difendere le nostre tradizioni, difendere il nostro turismo ,la nostra ottima produzione agroalimentare. Solo così si potrà godere a pieno di quello che l’Europa ha da offrirci''.

Che tradotto significa fondi comunitari da saper sfruttare e investire. ''Soprattutto per portare il nome di questa provincia tra i grandi. ‘’Cambiare l’Europa per cambiare l’Italia'' non è solo uno slogan, è quello che ci auguriamo di fare. Perché ce lo meritiamo. Perché troppo spesso siamo stati sbeffeggiati, umiliati e calpestato’’ ha concluso.

Sicuri del successo di Procaccini, i suoi compagni di avventura politica, nonché ''amici di una vita'', come ha tenuto a precisare il deputato Mauro Rotelli. ''Il fatto che Nicola sia il sindaco di Terracina è per noi una garanzia di capacità: un amministratore ha più di chiunque altro ben chiari gli obiettivi e le necessità del territorio. Molti comuni, anche del viterbese, aspettano da anni la presenza dell’Europa. Oltre 300mila persone che attendono di vedere realizzati progetti e promesse''.

In chiusura Paolo Bianchini: ''Conosco Nicola da oltre venti anni: per noi nella politica, come nella vita l’amicizia è un valore fondamentale. L’europarlamento ha davvero bisogno di persone come lui''.






Facebook Twitter Rss