ANNO 8 n° 348
Cala il valore dell'oro, sale quello dei Bitcoin: che sta succedendo?
14/03/2018 - 17:50

Il valore dell'oro è, proprio in questo periodo, ai minimi storici con cali e rialzi continui che fanno sembrare il tutto una sorta di montagna russa. Con cosa ha a che fare il calo drastico che si sta notando in questo periodo? Con il recupero del dollaro! Essendo un asset legato proprio alla divisa americana, se questa sale, l'oro ne risente in maniera negativa. Il perché è semplice: diventa più costoso per tutti coloro i quali lo acquistano fuori dagli Stati Uniti, ossia in tutto il resto del mondo!

Ma c'è anche dell'altro. Al momento, il prezzo dell'oro è anche legato all'aumento di quelli che sono i rendimenti globali. I Tresauries a 10 anni offrono, al momento, il rendimento più alto degli ultimi 4 anni ed essendo l'oro un investo senza cedola, subisce la concorrenza dei rendimenti che, invece, risultano essere più convenienti.

Pertanto, la condizione dell'oro è legata a doppia mandata a quella degli Stati Uniti in questo periodo e questo fa sì che investire proprio in questo momento potrebbe non essere una scelta saggia.

Accanto tutto questo, inoltre, si nota anche un aumento della valutazione del Bitcoin che, in realtà, aveva subito un ribasso nel periodo precedente. I numeri fatti registrare dalla criptovaluta in questo momento tornano a essere positivi e, pertanto, la stessa sta vivendo un nuovo e ottimo periodo di apprezzamento. Un buon periodo per le criptomonete, quindi, che non corrisponde però a un aumento del valore dell'oro. Ecco, quindi, che a tal proposito va fatta una considerazione. Solitamente, l'investimento in oro è considerato una sorta di porto sicuro e, pertanto, viene sempre preferito anche ad altri tipi: allora perché, se si teme un aumento dell'inflazione, non ci si sta lanciando su questo bene? La risposta è una ed è chiaramente influenzata anche dal quadro politico internazionale. Al momento, alcuni di quegli equilibri politico economici che venivano visti come fonte di preoccupazione, al momento appaiono meno negativi ed è per questo che non si sta verificando una vera e propria corsa all'oro come spesso accade in questi casi. A onor del vero, si deve anche sottolineare che situazioni di questo tipo si ripresentano con andamento ciclico ed è per questo che è bene ribadire che quanto appena detto non significa, naturalmente, che non sia più il caso di investire nell'oro. Il metallo prezioso, infatti, nonostante i momenti di difficoltà fisiologica, rimane uno dei migliori investimenti che si possano fare. Quello che deve cambiare è, molto probabilmente, il modo di approcciarsi ad esso. Per questo motivo, affidarsi a degli esperti di settore potrebbe essere molto utile per chi intende investire in lingotti d'oro. I consigli utili, come quelli che si trovano su AffariMiei, possono indirizzare sulla giusta via. La prima cosa da prendere in considerazione, proprio facendo riferimento alla guida sull'investimento in oro già citata, è che è importante sapere come e quando procedere. Questo aspetto non può di certo essere lasciato al caso infatti. Conoscere il momento migliore per piazzare il proprio investimento, così come sapere la differenza tra oro fisico e oro in titoli, è molto importante, perché da tutto ciò potrebbe dipendere il successo dell'azione che si va a compiere. Seguire i consigli degli esperti, quindi, in grado di andare a spiegare le dovute differenze e di indirizzare nella giusta direzione il proprio investimento, è decisivo! Solo in questo modo, infatti, si potrà effettuare una scelta consapevole e in grado di portare quelli che sono i risultati sperati. Comprare oro, quindi, non è un'azione da prendere sottogamba, ma si devono valutare diversi fattori e, soprattutto, si deve cercare di non sbagliare il momento.




Facebook Twitter Rss