ANNO 8 n° 350
C'è Vittorio Sgarbi nel fine settimana
Il critico testerà l'opinione dei cittadini sulla sua proposta di candidarsi sindaco
17/04/2018 - 07:18

SUTRI – (rdvn) Vittorio Sgarbi questo fine settimana sarà a Sutri. Il vulcanico critico d’arte, che nei giorni scorsi aveva annunciato l’intenzione di candidarsi sindaco della città della Tuscia, viene a ''sondare'' il terreno. E’ lui stesso ad annunciarlo in un video sul suo profilo facebook. ''Ho iniziato il mio cammino verso Sutri – dice Sgarbi davanti ad una candela accesa –, ho incontrato ieri alcuni esponenti della politica locale che hanno intenzione di candidarsi: io non ho intenzione di scavalcarli ma di domandare ad ogni cittadino come immaginano un sindaco, che cosa può fare, e se utile che possa portare il nome di Sutri ovunque facendola diventare una capitale del pensiero, della storia e della memoria''.

''Arriverò Sutri il 21 aprile alle 17. E poi resterò anche il 22 per vedere i suoi monumenti, il suo Mitreo, il suo anfiteatro e per chiedere ai cittadini se vogliono che io mi candidi, da solo o con gli amici che ho incontrato. Oltre ai candidati con cui ho parlato e di cui ho apprezzato l'umanità e il pensiero intenso per la loro città, ho parlato a lungo con Paolo Marioni, un architetto innamorato di Sutri, e con un'anima del luogo che si occupa di far vivere la bellezza antica e sepolta che è Leone Tommasi. Non mi candido a Sutri – specifica il critico d'arte – ma voglio che me lo chiedano. Il mio programma è chiaro: rendere Sutri la capitale della Tuscia e un centro di cui tutto il mondo vorrà conoscere la meraviglia''.

Vittorio Sgarbi ha fatto sapere che se sarà sindaco rinuncerà all'indennità, ma prima vuole testare l’umore dei cittadini di Sutri su questa sia disponibilità. ''Mi candido a Sutri come sindaco con la lista Rinascimento perché Sutri se lo merita – aveva detto - Farò il sindaco gratis, sfido gli altri candidati a fare lo stesso. Offrirò alla città 25mila euro all’anno di finanziamenti di una fondazione per le iniziative culturali. Sutri deve rinascere davanti al mondo per l’importanza del suo patrimonio artistico e bisogna farla salire a livello di Spoleto, per far sì che diventi una capitale dell’arte di cui si sappia tutto quello che merita di essere conosciuto''.

Non si sa se la visita a Sutri sia stata decisa prima o dopo l’invito che domenica l’assessore al turismo, Martina Salza (FI) a sua volta candidata sindaco, ha rinnovato al critico. ''Rinnovo l'invito già fatto di persona, a venire lei stesso ad ammirare le bellezze del nostro prezioso patrimonio storico-archeologico, di una delle città più antiche d'Italia – ha scritto l’assessore Salza - Quale occasione migliore di una giornata dedicata proprio alle eccellenze del nostro territorio? In qualità di assessore al turismo e di candidata sindaco, pronta ad una futura e preziosa collaborazione, sono qui ad invitarla ufficialmente e con tutti gli onori che la sua persona merita, all'evento 'La iuta e l'alloro', del prossimo 21 e 22 aprile''.

Facebook Twitter Rss