ANNO 9 n° 295
Bitcoin Future e la sottile definizione di truffa
18/09/2019 - 12:42

Non poche sono le segnalazioni giunteci dagli utenti circa la natura poco chiara di Bitcoin Future. Molti utenti, difatti, hanno ceduto alla tentazione delle dolci promesse fatte dalla piattaforma, di guadagnare in breve tempo tanti soldi grazie ad un miracoloso algoritmo che permette di investire automaticamente in Bitcoin.

La questione è molto delicata e vanno fatti numerosi distinguo, per questo motivo ci siamo operati ad analizzare per bene la piattaforma, in modo da rispondere quanto più chiaramente agli interrogativi.

Cos’è una truffa e quando si può esserne certi

Una truffa sul web, specialmente quelle che coinvolgono i falsi siti di trading online, si struttura in 3 semplici passaggi:

1. L’esca: si promettono guadagni facili, tanto da essere irreali per chi ne capisce un poco, ma le truffe fanno affidamento ai desideri delle persone e alla loro ignoranza in alcuni campi.

L’esca è ben strutturata e spesso prende in prestito nomi famosi, come Bitcoin, Amazon o altri broker, come il celebre 247 Option, caso di truffa in cui si faceva riferimento al celeberrimo e onestissimo broker 24 Option;

2. Il deposito: è la fase più delicata, nella quale la piattaforma completa la sua seduzione del cliente, velando con una sottile patina di professionalità e garanzie inesistenti l’intero discorso. L’obiettivo è quello di far realizzare un iniziale deposito che verrà poi dirottato su conti off-shore;

3. Toccata e fuga: è la fase finale, in cui si cerca di spremere quanto più possibile le finanze del malcapitato, anche grazie a estratti conto fasulli o dati ritoccati, con la promessa di massimizzare l’investimento. A quel punto la piattaforma semplicemente scompare e ti risulterà irrintracciabile. Difficilmente si possono recuperare i soldi;

Detto questo, si può essere certi che una piattaforma è una truffa solo in seguito agli accertamenti delle autorità competenti. Ciò che è in tuo potere è informarti sufficientemente da riconoscere una informazione attendibile da una completamente fantasiosa.

Bitcoin Future: di che si tratta?

Non possiamo ancora essere sicuri se Bitcoin Future è una truffa in tutto e per tutto: spesso piattaforme come questa nascondono una base di correttezza coperta da strati plurimi di pubblicità ingannevole.

Ciò che si cela sotto l’advertisement di Bitcoin Future, di fatti, è un algoritmo di auto-trading. Questi sono realtà completamente legali: si tratta di primi tentativi di elaborazione di un’intelligenza artificiale capace di realizzare autonomamente investimenti di qualità sui mercati finanziari.

Vien da sé che, essendo un settore ancora sperimentale, la ricerca dell’intelligenza artificiale da applicare al trading online non è ancora capace di garantire alcun risultato al di là del funzionamento della logica sottostante l’algoritmo.

Per questo motivo non è completamente corretto affermare che Bitcoin Future è al 100% una truffa: si tratta piuttosto di un algoritmo altamente inefficace se applicato ai mercati finanziari. Saranno poi le autorità competenti a stabilire se l’autotrading proposto da Bitcoin Future rispecchia le possibilità del sistema di auto-trading da loro proposto o meno.

Solo in mancanza di coerenza tra il prodotto e la sua presentazione, infatti, può essere aperta una indagine per truffa!

Il nostro consiglio

Fatte queste precisazioni, il nostro consiglio è sempre quello di diffidare per il momento dai famosi Bot di trading (Bitcoin Future può essere incluso in questa categoria) o da sistemi di auto-trading non certificati: nel momento stesso in cui l’intelligenza artificiale riuscirà a garantire l’efficacia di un sistema di auto-trading, fidatevi, non potrete non saperlo!

Piuttosto che cedere alle tentazioni di guadagni facili, infatti, ciò che da sempre consigliamo ai nostri lettori è di rimboccarsi le maniche: il tempo di preparazione, di apprendimento e di studio è non solo necessario per conseguire dei successi in qualsiasi cosa, ma è anche ciò che riesce a farci appassionare davvero a ciò che facciamo.

Le scorciatoie, ammesso che funzionino, difatti, ti sottraggono una componente importante di ogni percorso: ovvero il viaggio!

 




Facebook Twitter Rss