ANNO 9 n° 321
Biblioteca comunale, FdI: ''Il nostro partito non detiene nessuna cooperativa!''
I ''meloniani'' prendono posizione sulla vicenda che sta infiammando la politica civitonica
17/10/2019 - 16:33

Riceviamo e pubblichiamo da Fratelli D'Italia Civita Castellana

CIVITA CASTELLANA - Fratelli d’Italia prende posizione in merito alla vicenda Biblioteca comunale che in questi giorni ha visto l’opposizione vomitare vergognose illazioni nei confronti del nostro Vicesindaco e Assessore alla Cultura Alberto Cataldi, nonché nei confronti del nostro partito politico, che non controlla o detiene nessuna cooperativa, forse la minoranza si confonde con alcune cooperative rosse o bianche che hanno imperversato nel nostro territorio.

Ribadiamo che l’operato del funzionario responsabile ha rispettato pienamente le disposizioni di legge e le linee guida n. 4 ANAC, tralasciando l'ignoranza amministrativa di alcuni consiglieri di opposizione, che non distinguono una determinazione gestionale da una deliberazione della Giunta Comunale e tra determine di impegno di spesa e di liquidazione (i pagamenti sono effettuati mediante 'mandato' dell'Area finanziaria).

È bene precisare a questo punto quanto realmente accaduto in termini amministrativi. La passata amministrazione era ben consapevole delle difficoltà organiche ed organizzative del personale addetto alla Biblioteca comunale, visto l’imminente pensionamento di un’addetta. Nonostante ciò nulla è stato fatto dall’attuale Consigliere Comunale di opposizione ed ex Assessore alla Cultura Vanessa Losurdo, per risolvere tali problematiche. Nel mese di agosto 2019 veniva richiesta dal funzionario l’istituzione di un apposito capitolo di bilancio in uscita denominato ''servizi biblioteca'' a seguito dell’imminente pensionamento suddetto.

La Giunta Comunale con la deliberazione n. 137/2019 del 13.08.2019 effettuava in via d’urgenza la variazione di bilancio richiesta; successivamente con deliberazione n. 31 del 26.09.2019 il Consiglio Comunale ratificava la variazione di bilancio. Il Funzionario provvedeva a richiedere per le vie brevi apposito preventivo di spesa e con Determinazione dirigenziale n. 766 del 19.09.2019 il funzionario ha provveduto ad affidare il servizio alla Cooperativa.

Ciò che viene contestato oggi paradossalmente è l’ottimo operato dell’Amministrazione e del Funzionario responsabile che ha risolto un problema reale ed urgente quale la parziale interruzione del servizio Biblioteca.

Palese il patetico intento della minoranza di mettere in difficoltà l’amministrazione con questi beceri attacchi politici ad personam che nulla hanno a che fare con il bene comune e con i cittadini civitonici che, all’opposto, sono stati ben lieti della continuità del servizio garantito.

 

FRATELLI D'ITALIA CIVITA CASTELLANA






Facebook Twitter Rss