ANNO 9 n° 235
Beccato in macchina con 5 panetti di hashish, si difende ''Non so di chi fosse''
Assolto un giovanissimo studente di Orte, fermato dai carabinieri a febbraio scorso
11/06/2019 - 06:51

di Barbara Bianchi 

ORTE -  Beccato in auto con cinque panetti di hashish, assolto. 

Il ragazzo, arrestato lo scorso 11 febbraio dai carabinieri di Orte, era stato fermato insieme ad un suo coetaneo mentre era alla guida di un'Opel Adam, vicino al casello dell'autostrada: ben nascosti all'interno del vano portaoggetti del lato passegero e nel cofano dell'auto, i carabinieri ritrovarono e sequestrarano cinque panetti di hashish. 

''Li abbiamo fermati per un normale controllo, intorno alle 17,30 - spiega uno dei carabinieri della pattuglia - e ci siamo resi conto di quanto si fossero innervositi: così abbiamo proceduto alla perquisizione dell'auto''. Da qui il ritrovamento della sostanza stupefacente. A cui andrebbe ad aggiungersi quella ritrovata all'interno dell'appartamento che i due studenti condividevano.

''In casa abbiamo ritrovato 4 grammi e mezzo di hashish e un bilancino'' ha proseguito. 

Finiti entrambi a processo per detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti, hanno avuto destini giudiziaria ben differenti. Il ragazzo sul lato passeggero - che avrebbe riferito agli uomini dell'arma dove fosse nascosta la sostanza - ha patteggiato la sua condanna, mentre il giovane alla guida, ieri mattina, è stato assolto da ogni accusa. 

''Non sapeva che in macchina ci fosse della droga'' ha spiegato il suo difensore, l'avvocato Paolo Labbate. 






Facebook Twitter Rss