ANNO 9 n° 142
''Basta far finta di niente di fronte alle violenze di Casapound'
a segretaria dello Spi aderisce alla manifestazione della Rete degli studenti Medi
02/05/2019 - 10:36

Riceviamo e pubblichiamo da Miranda Perinelli

VITERBO - 'Lo Spi Cgil di Civitavecchia Roma Nord Viterbo aderisce con convinzione alla manifestazione indetta per sabato 4 maggio alle 17 dalla Rete degli Studenti Medi di Viterbo. Come sindacato, non possiamo restare a guardare inermi di fronte all'ennesimo episodio di violenza che ha duramente sconvolto la Tuscia. Ma allo choc dobbiamo reagire scendendo in piazza per ribadire che il rispetto dei diritti, delle diversità, della Costituzione su cui si fonda la nostra Repubblica democratico è il miglior antidoto contro i reati dell'odio.

È ora che in questa provincia le istituzioni che rappresentano i cittadini abbandonino la superficialità con cui troppo spesso sono stati trattati e commentati i crimini commessi dai militanti di Casapound, partito che si proclama fascista quando – è bene ricordarlo perché nessuno pare lo faccia – la legge Scelba vieta l'apologia del fascismo che, quindi, è un reato. Di fronte agli innumerevoli episodi di cronaca che hanno visto protagonisti membri di Casapound indagati per violenza, aggressioni, pestaggi, troppo spesso nella Tuscia ci si gira dall'altra parte e si fa finta di nulla.

Quindi diciamo basta a questo atteggiamento e chiediamo a tutte le istituzioni, a partire dal Comune di Viterbo, di scendere in piazza al fianco degli studenti per dimostrare che esiste un'altra città che ripudia ogni tipo di violenza, di odio, di intolleranza. Solo così potremo dimostrare che dietro alle parole di condanna per lo stupro e per ogni altro atto violento ci sono anche fatti concreti'.







Facebook Twitter Rss