ANNO 9 n° 344
''Basta disagi per studenti e pendolari, pronti a protestare davanti alla Regione''
Il sindaco Arena all'assemblea di Cgil, Cisl e Uil propone un tavolo permanente. Intanto aperta una piattaforma con le proposte per migliorare il servizio
05/11/2019 - 11:39

VITERBO - (sim.lup.) - ''Non se ne può più di questi disagi. Siamo pronti anche ad una protesta seria sotto la sede della Regione Lazio. Viterbo ha la percentuale più alta di pendolari ed è giusto che dica la sua. E’ umiliante la condizione in cui si viaggia. Ho fatto il pendolare per diversi anni e so di cosa parlo''.

Lo ha detto stamani il sindaco Giovanni Arena all’assemblea pubblica organizzata da Cgil, Cisl e Uil su mobilità e pendolarismo. Un’occasione per fare il punto sui problemi del trasporto locale nella Tuscia e delle possibili soluzioni, in particolare dopo l'ennesimo taglio ai treni lungo la Ferrovia Roma Nord. Senza dimenticare i disagi per chi viaggia con gli autobus.

Da qui la stesura di una bozza di piattaforma comune predisposta dai sindacati insieme a Comuni, comitati pendolari e scuole con una serie di proposte da portare alla Regione, la più importante l’istituzione di una agenzia unica per la mobilità. ''La vera sfida – si legge nel documento - è questa. Dobbiamo sforzarci di immaginare un nuovo trasporto pubblico integrato. La Liguria, il Piemonte, l’Abruzzo e le Marche lo hanno già fatto. Un’agenzia unica regionale sarebbe lo strumento per programmare e sviluppare un servizio di qualità e rendere efficienti i collegamenti in ogni angolo del Lazio, realizzando uno scambio tra ferro e gomma. All’agenzia spetterebbe il compito di programmare, organizzare e mettere in rete le tante esigenze degli utenti del trasporto nell’intera regione''.

Nel frattempo sindacati e utenti chiedono altri interventi, tra i quali, per esempio: interventi per migliorare il rapporto qualità prezzo, per aumentare i posti a sedere, per migliorare la sicurezza bordo, per migliorare il sistema di infomobilità, per migliorare il comfort a bordo, per migliorare la puntualità del servizio e diminuire i tempi di percorrenza. E ancora, si chiedono interventi di manutenzione e ammodernamento di carrozze e veicoli per garantire la pulizia, sanzioni più severe per gli atti di vandalismo, interventi volti ad armonizzare il servizio offerto dalle varie aziende, cercando di evitare sovrapposizioni tra treni e bus.

Tra i sindaci presenti Piersanti (Gallese), Caci (Montalto), Romoli (Bassano in Teverina), Novelli (Canino), Arena (Viterbo). Quest'ultimo ha quindi proposto l’istituzione di un tavolo permanente tra Comuni, sindacati, scuole e associazioni.






Facebook Twitter Rss