ANNO 9 n° 260
Bassano in Teverina, al via la campagna di scavi
Il sindaco Romoli soddisfatto: ''Si recupera la cisterna in piazza Finzi''.
21/08/2019 - 15:32

BASSANO IN TEVERINA - E' iniziata da pochi giorni la prima campagna di scavo archeologico nel borgo medievale di Bassani in Teverina, diretta da Maria Letizia Arancio (Soprintendenza Archeologica Belle Arti e Paesaggio per l'Area Metropolitana di Roma, la provincia di Viterbo e l'Etruria Meridionale) e coordinata da Elisabetta De Minicis e Giancarlo Pastura (Università degli Studi della Tuscia).

Di recente, infatti, è stata stipulata una convenzione tra la Soprintendenza Archeologica Belle Arti e Paesaggio per l'Area Metropolitana di Roma, la provincia di Viterbo e l'Etruria Meridionale, l'Università degli Studi della Tuscia (Dipartimento DISTU)e il Comune di Bassano in Teverina con l'intento di promuovere, conoscere e valorizzare il Patrimonio Archeologico di Bassano in Teverina e del suo territorio.

La campagna di scavo interessa una cisterna dal profilo a fiasca del XIII secolo ubicata a ridosso dell'accesso al borgo medievale, in corrispondenza dell'attuale ingresso al campanile di Santa Maria dei Lumi. Il manufatto è stato solo parzialmente indagato nel corso degli anni '90 del secolo scorso, nell'ambito di un più ampio progetto di riqualificazione che ha interessati il borgo di Bassano in quel periodo. L'obiettivo principale dell'indagine, funzionale al recupero della cisterna, è quello di individuare stratigrafie integre in grado di fornire indicazioni sulla vita quotidiana del castrum di Bassano in epoca medievale.

A supportare il team di archeologi e ricercatori dell'Università degli Studi della Tuscia nelle attività di scavo, ci sono anche i volontari del Gruppo Archeologico Bassanese.

Soddisfazione espressa dal Sindaco di Bassano in Teverina, Alessandro Romoli: ''la sinergia tra Soprintendenza, Università della Tuscia, Comune di Bassano in Teverina e Gruppo Archeologico Bassanese sta producendo effetti benefici e concreti sul territorio comunale. L'intervento del recupero della cisterna collocata in Piazza Finzi consentirà di indagare in modo più approfondito l'epoca medievale di questa terra.

L'amministrazione comunale continuerà con determinazione ad investire sul nostro centro storico e sulla promozione di iniziative culturali tese a valorizzare il nostro patrimonio monumentale e la conoscenza delle nostre origini.

Questo - conclude il primo cittadino - come altre iniziative che stiamo mettendo in campo sono ingredienti fondamentali per lo sviluppo turistico del nostro meraviglioso centro storico e della nostra realtà locale''.

 

 






Facebook Twitter Rss