ANNO 7 n° 180
Banditi incappucciati, blitz a Belcolle, scaricano compagno ferito e fuggono
18/03/2017 - 17:50

VITERBO - Una scena da film. I banditi incappucciati che entrano nell'ingresso del pronto soccorso, scaricano dall'auto il compagno ferito e fuggono a gambe levate a bordo di un'auto di grossa cilindrata.

Non era stato soccorso dai carabinieri il rapinatore di Narni rimasto ferito nell'esplosione del bancomat che stava cercando di forzare. Sono stati i suoi stessi tre compagni, ora ricercati, a trasportarlo all'ospedale di Belcolle. Il tutto è avvenuto nel corso della notte. I banditi, ancora incappucciati, lo hanno abbandonato alle cure dei sanitari all'ingresso del pronto soccorso, dove di solito arrivano le ambulanze, e sono scappati.

L'uomo ha riportato serie ferite dallo stesso esplosivo che aveva usato per far saltare il bancomat e si trova ricoverato in ospedale. E' ricoverato nel reparto di terapia intensiva con riserva di prognosi per le gravi ferite al volto, ma non è in pericolo di vita.

Si tratta di un 22enne originario di Torino, già inquisito in passato per reati contro il patrimonio. Il bandito è stato identificato in base alla dinamica del fatto, ai vestiti che aveva indosso e all’auto utilizzata dai complici per abbandonarlo in ospedale, un’Audi A3 station wagon. La vettura sarebbe la stessa usata come ariete – in base alle immagini del sistema di videosorveglianza della filiale – per infrangere le vetrine della banca, prima dell’esplosione.


loading...




Facebook Twitter Rss