ANNO 8 n° 322
Bambini e anziani uniti in un progetto intergenerazionale
2° appuntamento per la Residenza per anziani Flaminia Domus e l’istituto Suore Francescane
Serena
07/11/2018 - 15:32
di Serena D'Ascanio

Civita Castellana - Siamo arrivati al secondo appuntamento del progetto intergenerazionale che vede l'unione tra la Residenza per Anziani Flaminia Domus e l'Istituto delle Suore Francescane, con la collaborazione della Dott.ssa Sarah Rossetti psicologa dell’età evolutiva.

Un progetto fin da subito amato sia dai nonni della casa di riposo, che dai bambini della scuola. L'esigenza di amare ed essere amati non ha età. 

Gli incontri mensili, permettono ai bambini di allacciare relazioni significative con altri adulti al di fuori della loro famiglia; - il contatto con i bambini fa “rivivere” e può restituire all’anziano una dimensione progettuale sul domani che lo renda protagonista in prima persona della propria vita.

Nell’appuntamento di questo mese, i co-protagonisti dei “nonni” della casa di riposo, erano i bambini di Suor Leonarda e della Maestra Valentina, classe 3°, i quali aiutati anche dal Maestro Martino, hanno salutato i “nonni” con la canzone “Le impronte del cuore”, stando a significare anche che i nonni lasciano un segno indelebile, come un impronta, sottolineando l’importanza di un gesto fatto con il cuore.

Una giornata piena di gioia ed estro alla Flaminia Domus, si perché subito dopo l’esibizione canora, i bimbi e i nonni hanno voluto salutare l’autunno realizzando decorazioni con cartoncini, foglie, creando animali da bosco,ricci, funghi, ghiande, da far poi appendere all’albero autunnale ai bimbi nel prossimo appuntamento.

Uno scambio pluri-generazionale fa si che i piccoli di oggi aumentino la loro dimensione di comunità.

Al prossimo incontro.







Facebook Twitter Rss