ANNO 8 n° 199
Avrebbe voluto sfregiarla con l’acido, 25enne condannato a 1 anno e 2 mesi
Tra i messaggi di minaccia: ''Ti faccio trovare morta in un lago di sangue''
15/04/2018 - 06:57

CAPRANICA - Avrebbe voluto sfregiarla con l’acido e farla trovare morta in mezzo ad un lago di sangue. Ma, fortunatamente, la giustizia è arrivata prima della sua vendetta. Una condanna a un anno e due mesi di arresto per un ragazzo 25enne originario di Ronciglione, che ha perseguitato e minacciato la sua fidanzatina appena maggiorenne alla fine della loro lunga storia d’amore. Una relazione durata oltre sei anni e finita nell’estate del 2017.

Da lì, per la giovane l’inizio di un incubo. Come raccontato in aula di fronte al giudice Giacomo Autizi, la madre.

''Dava la colpa all’intera famiglia del fallimento della loro storia – aveva spiegato la donna all’udienza dello scorso 5 marzo – per questo dopo alcuni giorni dalla rottura, ha cominciato a cercarci, minacciarci di morte e non perdere occasione per insultarci''.

''Siete delle puttana'', avrebbe detto loro il giovane. O ancora ''Tanto la pagate tutti: la sfregio con l’acido e la faccio trovare morta in un lago di sangue''.

Così la crescente paura. Tanto da costringere l’ex fidanzata a trascorrere alcuni giorni lontana da Capranica: un soggiorno a Civitavecchia che si sarebbe trasformato in un incubo.

''Continue chiamate, messaggi e Whatsapp a qualsiasi ora del giorno'' aveva sottolineato la madre della ragazza.

Una manciata di giorni fa la condanna: un anno e due mesi di arresto.







Facebook Twitter Rss