ANNO 8 n° 227
Avanti tutta: prima battaglia conquistata
Mister Sottili: ''Se andiamo a Pisa per difenderci, abbiamo già perso''
21/05/2018 - 06:55

VITERBO - La prima prova è superata. C'era timore da qualche giorno nell'aria e, invece, la Viterbese ha cacciato le unghie. Stefano Sottili e i suoi uomini si sono portati a casa il primo round di questo turno nazionale di play off: ''Se andiamo con l'idea di difenderci abbiamo perso in partenza. Sarebbe sbagliato: ci sono momenti in una partita in cui si difende e altre in cui si attacca. Ad oggi il goal di vantaggio è poco. Abbiamo sbagliato tre ripartenze in netta superiorità numerica. Siamo stati bravi a tener botta anche se il Pisa ha avuto più possesso palla. E in molte occasioni quando avevamo palla noi l'abbiamo persa: quasi come se fossimo contenti che ce l'avessero loro (ride ndr). E oggi non era facile controllarla la palla perchè il campo era pesante''.

Un Pisa che ha impensierito molto i gialloblu, ma non è riuscito ad essere particolarmente concreto: ''Il Pisa ci ha costretto tante volte a sbagliare. C'era tanta pressione sul portatore di palla nella gara di oggi rispetto al match di gennaio''.

Una buona partita, ma con poco possesso palla rispetto agli avversari: ''Non sono pienamente contento perchè secondo me quattro giorni fa la squadra ha fatto molto meglio. Ci sono piazze in Italia che non meritano la serie C e una di queste è Pisa. Noi vogliamo metterli in difficoltà''.

La difesa ha messo al sicuro il risultato per gran parte del match: ''Difesa? Sono giocatori forti, ma quando sono arrivato i goal subiti erano tanti. Bisogna lavorare in un certo modo e ne beneficiano tutti. Hanno fatto un gran lavoro individuale, ma c'è stata una gran partita da parte di tutti''.

Non contento mister Petrone che, però si sente particolarmente sicuro per quanto riguarda la gara di ritorno all'Arena Garibaldi: ''Abbiamo perso una partita che non meritavamo di perdere. Prendere goal su una punizione in cui si apre la barriera non si deve. Abbiamo fatto il loro gioco intesdardendoci nel fare sempre la stessa cosa. Noi dovevamo fare l'ultimo passaggio che ci è mancato per tutta la partita. Il campo non era male, eravamo noi a muoverci non nei tempi giusti. Siamo fiduciosi e vogliosi di ribaltare la situazione''.

 

CLICCA QUI PER LA FOTOGALLERY





Facebook Twitter Rss