ANNO 9 n° 21
Aumentano gli incidenti: 80 quelli mortali
Il bilancio di un'anno di attività della polizia stradale di Lazio e Umbria
09/01/2019 - 14:19

VITERBO - Tempo di bilanci anche per la polizia stradale del Lazio e dell’Umbria che nel 2018 ha messo in campo nelle due regioni 49.255 pattuglie di vigilanza stradale oltre all’impiego di 1.567 pattuglie di polizia giudiziaria.

Il lavoro costante ha permesso la contestazione di 176969 infrazioni al codice della strada, il ritiro di 4.340 patenti di guida e di 8.619 carte di circolazione, mentre i punti complessivamente decurtati sono stati 164.015.

Rispetto al 2017 si è rilevato un lieve aumento del numero complessivo degli incidenti 6.512 ovvero 5,37% in più rispetto all’anno precedente ed un calo di quello delle persone ferite 3.286 ovvero 0.87% in meno rispetto al 2017.

Si è rilevato un lieve decremento dei sinistri con conseguenze mortali 80 ovvero 5.88% in meno rispetto al 2017, mentre resta quasi invariato il numero delle persone decedute.

Particolare importanza è stata data ai servizi di contrasto della guida sotto l’effetto di alcool e di sostanze stupefacenti, che hanno visto impegnati unitamente al personale della polizia stradale medici e personale sanitario della polizia di Stato. I conducenti controllati con etilometri, alcool test e drug test nelle regioni competenti sono stati 63.197 di cui 1.242 sanzionati. Nello specifico 1.056 sanzionati per guida in stato di ebbrezza alcolica e 186 denunciati per guida sotto l’effetto di sostanze stupefacenti.

Servizi mirati al contrasto di questo fenomeno, come quelli cosiddetti contro le “Stragi del sabato sera” hanno visto l’impiego di 747 pattuglie che hanno consentito il controllo di 11.147 persone ed il sanzionamento di 491 conducenti per guida in stato di ebbrezza alcoolica e 14 denunciati per guida sotto l’effetto di sostanze stupefacenti.

Ai fini della confisca sono stati sequestrati 111 veicoli, per guida in stato di ebbrezza alcolica con tasso alcolemico superiore a 1.5 g/l e per guida sotto l’effetto di sostanze stupefacenti.

In attuazione al protocollo d’intesa tra ministro dell’Interno e ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti del luglio 2009, anche nel 2018 la polstrada del Lazio e dell’Umbria ha potenziato i controlli dell’autotrasporto professionale, controllando 5.660 veicoli pesanti nell’ambito di servizi mirati, dove sono state accertate 5.320 infrazioni, ritirate 98 patenti e 120 carte di circolazione.

Particolare attenzione è stata dedicata, altresì, ai controlli del trasporto degli studenti in occasione di gite e viaggi di istruzione. In particolare nelle regioni citate sono stati controllati 1.538 pullman e sono state contestate 325 infrazioni al C.d.S..

Per tutto l’anno 2018, in attuazione di dispositivi mirati pianificati a livello nazionale, sono stati effettuati specifici controlli, secondo il modello delle “Operazioni ad Alto Impatto”, per il contrasto a condotte di guida pericolose.

Al riguardo, sono stati eseguiti posti di controllo nell’ambito di tali operazioni per il mancato uso delle cinture sicurezza e sistemi di ritenuta nr. 987, per il controllo dell’assicurazione obbligatoria 442, nel settore dell’autotrasporto nazionale ed internazionale di persone 423, nel settore del trasporto di animali vivi 459 e di sostanze alimentari 162, nei trasporti eccezionali 106, nei controlli per lo stato di efficienza degli pneumatici 343 e nell’uso dei telefoni cellulari alla guida 943. Particolare attenzione è stata dedicata al settore del trasporto merci pericolose, con l’impegno di 392 pattuglie in 245 servizi mirati che hanno effettuato 1.041 sanzioni alla specifica normativa per un importo complessivo di oltre 300.000 euro. Le infrazioni maggiormente rilevate riguardano gli aspetti attinenti al veicolo ed alla documentazione nonché all’equipaggiamento di sicurezza dei conducenti.

Nell’ambito della specifica attività d contrasto al traffico illecito di veicoli, frode assicurativa, prioritaria competenza della squadre di polizia giudiziaria, nell’anno di riferimento sono state arrestate 117 persone, mentre altre 921 sono state denunciate in stato di libertà.

I controlli amministrativi effettuati alle attività commerciali connesse ai cicli di vita dei veicoli, sono stati 383, con la contestazione di 114 sanzioni amministrative e 2.280 veicoli controllati.

Come ogni anno, anche nel 2018, è stata dedicata una particolare attenzione alla prevenzione attraverso un costante impegno nelle scuole con campagne di sicurezza stradale tra cui Icaro, che hanno visto la partecipazione di 300 donne e uomini della polizia stradale e che hanno coinvolto nell’educazione stradale oltre 14.000 mila studenti di tutte le fasce d’età, compresi i bambini delle scuole primarie di entrambe le regioni.

 







Facebook Twitter Rss