ANNO 8 n° 318
Arsenico, quindici Comuni fuori norma
Le analisi condotte da Arpa Lazio. Valori off limits da Bagnoregio a Sutri
16/10/2018 - 06:22

VITERBO - Valori di arsenico fuori norma, sono 15 i Comuni della Tuscia dove viene superata la soglia di 10 microgrammi per litro. È quello che emerge dall'ultimo rapporto (ottobre 2018) stilato dall'Asl di Viterbo sulla salubrità delle acque negli acquedotti della provincia.

Le analisi sono state condotte da Arpa Lazio sui campioni prelevati dal personale dell'azienda sanitaria. Il limite massimo di 10 mg è stata fissato dall'Unione Europea a decorrere dal 1 gennaio 2013.

Male Bagnoregio (14 e 14), Caprarola (12) dove è in vigore un'ordinanza sindacale di non potabilità risalente al 28/12/2012 e Castel Sant'Elia dove invece il divieto è scattato il 3 agosto di quest'anno.

Non se la passano bene nemmeno a Civitella D'Agliano (11 e 12), Fabrica di Roma (19, 13, 37 e 12), Farnese (23) e Gallese (11).

Valori off-limits sono stati registrati anche a Monterosi (11,5), Nepi (27), Ronciglione (11,5 e 26), Villa San Giovanni (15), Vitorchiano (12) e Sutri (22, 15 e 49).

Problemi con l'arsenico, infine, a Civita Castellana (11 al serbatoio Faleri) e Tuscania (14 a via Gorizia, 13 in Piazza Italia e 11 in via Tarquinia). 






Facebook Twitter Rss