ANNO 9 n° 324
Arrivano le ruspe ma strada Acquabianca resta chiusa
Dal nuovo sopralluogo emerge la necessità di altre analisi geologiche e strutturali
14/10/2019 - 15:59

VITERBO -  Questa mattina alle  10.30 i funzionari della Provincia di Viterbo e dell’Area Genio Civile Lazio Nord, assieme ai geologi Rosanna Fantucci e Vittorio Stocchi, si sono trovati per effettuare il sopralluogo previsto sulla S.P. Vitorchianese km 1+300 (Strada Acquabianca). Al sopralluogo hanno preso parte l’arch. Fiorella Giunta ed il Geom. Carlo Pallozzi per l’Area Genio Civile Lazio Nord – Servizio di Viterbo ed il dirigente Patrizio Belli, il geom. Mario Manetti, il geom. Piergiovanni Selena Eva, il geom. Luciano Costantini per la Provincia di Viterbo.

Una volta sul luogo i funzionari ed i geologi hanno potuto constatare l’intervento in atto da parte dei vigili del fuoco effettuato con mezzi meccanici e finalizzato alla rimozione del materiale crollato sulla strada, liberando in tal modo buona parte della carreggiata al fine di un’eventuale riapertura del transito a senso unico alternato.

Nonostante il lavoro messo in atto - si legge in una nota della Provincia - si è però dovuto constatare che per una complessiva valutazione dello stato dei luoghi e dell’assunzione di ogni iniziativa necessaria alla tutela dell’interesse generale, sarà necessario effettuare delle indagini geologico-strutturali preliminari. Si rende essenziale un idoneo intervento di rilevamento della parete tufacea con pulizia della vegetazione spontanea ed eventuale disgaggio di porzioni pericolanti. Interventi necessari per le successive determinazioni risolutive e progettuali. 

Solamente a seguito degli esiti delle indagini sarà quindi possibile valutare la possibilità di riaprire al traffico la S.P. Vitorchianese a senso unico alternato.

Pertanto, a parere dei funzionari e dei consulenti, la Provincia di Viterbo conferma l'ordinanza n.49 del 02/10/2019 di interdizione al traffico veicolare in entrambe le direzioni di marcia (inclusi i residenti) sulla S.P. Vitorchianese dal Km 0+080 al Km 1+700.

Considerato il lavoro di sgombero della sede stradale operato dai VV.F. si ritiene necessaria un’idonea opera di transennatura fissa, a garanzia della inibizione dell’accesso all’area. La Provincia di Viterbo si riserva in ogni caso, l’assunzione di ogni provvedimento e iniziativa necessaria alla tutela della pubblica e privata incolumità.






Facebook Twitter Rss