ANNO 10 n° 60
Anche il Circolo reale della Tuscia ricorda le vittime delle foibe
Domani verranno deposti dei fiori in ricordo
09/02/2020 - 18:07

VITERBO - Domani, 10 febbraio alle ore 11,30, in occasione della Giornata del Ricordo, istituita a Festa nazionale civile con legge del 30 marzo 2004, il Circolo Reale della Tuscia porrà dei fiori al cippo che ricorda i tanti Italiani uccisi e deportati dall’odio comunista titino in Piazza Martiri delle Foibe Istriane.

Ma dobbiamo ricordare che la nostra Città sin dal 1997, tra le prime in Italia, ha iniziato a parlare di questo dramma dell’Umanità, volutamente nascosto da una Sinistra becera e arrogante, con un convegno sull’argomento a La Zaffera alla presenza di Amministratori cittadini e studiosi.

Dal quel simposio nacque l’idea di intitolare un sito ai nostri Connazionali uccisi “per la sola colpa di essere Italiani” che si concretizzò il 16 ottobre 1999, con una grande cerimonia di portata nazionale e nell’anno successivo con la stele commemorativa a Carlo Celestini, infoibato viterbese.

Solamente nel 2004 il Governo, su spinta del neo Comitato 10 febbraio, approvò la legge istitutiva della Giornata del Ricordo.

Aldo Quadrani, coordinatore provinciale Circolo reale della Tuscia






Facebook Twitter Rss