ANNO 9 n° 319
Anche Comuni del Distretto sociale VT4 operativi sul Reddito di Cittadinanza
08/11/2019 - 18:35

VETRALLA - Con l’introduzione del Reddito di Cittadinanza, quale misura di contrasto alla povertà che ha di fatto sostituito il Reddito di Inclusione, i Comuni degli Ambiti sociali continuano a svolgere un ruolo determinante e strategico. Per far fronte alle attività previste dal ministero, i Comuni del Distretto VT4 - che si coordinano a livello di ambito territoriale attraverso il Comune di Vetralla, hanno ricevuto delle risorse del Fondo Povertà pari a 333.372,13 euro da destinare al rafforzamento dei servizi sociali per una serie di interventi, tra cui: il potenziamento dei segretariati sociali, l’assunzione di n.5 assistenti sociali a tempo determinato, la costituzione di una equipe multidisciplinare, i tirocini di inclusione sociale, ecc.

Sebbene i Comuni non sono più il punto di accesso per presentare le domande (come invece avveniva nel Rei) e parte della platea dei beneficiari viene smistata telematicamente ai Centri per l’Impiego per la sottoscrizione del Patto per il Lavoro, i Servizi sociali comunali mantengono la titolarità della presa in carico dei nuclei più fragili che necessitano di una valutazione delle risorse attivabili per ogni componente della famiglia.

Nelle prossime settimane gli assistenti sociali dei Comuni del Distretto VT4, collegati tramite piattaforma telematica ministeriale con i Centri per l’Impiego di competenza territoriale e coadiuvati da un’Equipe composta anche da altre professionalità, avvieranno l’iter dei colloqui per la valutazione multidimensionale dei bisogni dell’intero nucleo familiare e la predisposizione e attivazione dei Patti per l’inclusione Sociale, che prevede specifici impegni identificati dai servizi competenti.

Altro ruolo dei Comuni riguarderà, successivamente, la predisposizione, in collaborazione con il Terzo settore, di progetti di pubblica utilità: sia nell’ambito del Patto per il Lavoro che del Patto di Inclusione sociale, i beneficiari (tranne quelli che rientrano in specifiche casistiche di esonero) saranno invitati a partecipare a progetti utili alla collettività predisposti dai Comuni, per un impegno dalle 8 alle 16 ore settimanali, da realizzare in vari ambiti tra cui quello della tutela dei beni comuni.

Gli aggiornamenti in merito alle attività da parte dei Comuni del Distretto VT4 verranno comunicate tramite i rispettivi siti istituzionali dei 13 Comuni.

 






Facebook Twitter Rss