ANNO 9 n° 347
Aman dona ausili e strumentazioni a Radioterapia e Oncologia
L'associazione ha in cantiere il progetto della banca delle parrucche
17/07/2019 - 16:39

VITERBO - Aman, l’associazione per il miglioramento, l’assistenza e la cura dei malati neoplastici, anche nel 2019 ha rinnovato il suo impegno a supporto dell’assistenza ai pazienti oncologici della Tuscia, attraverso la donazione di ausili e strumentazioni alle unità operative di Radioterapia e di Oncologia dell’ospedale di Belcolle.

È dello scorso mese di maggio l’acquisto di tre ''Combi Board'' destinati alla Radioterapia viterbese: ''Dispositivi per il posizionamento dei pazienti, realizzati in fibra di carbonio – spiega il direttore dell’unità operativa, Maria Elena Rosetto -, appositamente progettati per migliorare l’efficacia del puntamento delle radiazioni e, al contempo, il confort posturale dei pazienti durante la terapia radiante. Il fatto che le strumentazioni donate siano tre ci consente di posizionare due pazienti contemporaneamente in terapia e, il terzo, per il puntamento nella fase di simulazione''.

''Per raccogliere la somma di oltre 25mila euro necessari all’acquisto - spiega Maria Neve, presidente Aman - abbiamo impegnato i proventi del 5 per mille ricevuti nel 2017 e nel 2018, integrandoli largamente con campagne di raccolta fondi a cui hanno partecipato tanti cittadini e pazienti che, dal 1992, seguono la nostra associazione nell’impegno per il miglioramento delle condizioni di assistenza e cura dei pazienti oncologici di Viterbo e provincia''.

Oltre ai tre Combi Board per la Radioterapia, l’associazione nei giorni scorsi si è resa protagonista della donazione al reparto di Oncologia, iniziata nel 2018, di un elettrocardiografo, di un monitor multiparametrico per le funzioni vitali, di un monitor per pc, di quattro aste per fleboclisi e di un tavolo riunioni, per un valore complessivo di 3200 euro.

''Come già in tantissime altre occasioni – commenta il direttore dell’Oncologia, Enzo Ruggeri -, anche recenti con l’acquisto di nuove poltrone per l’esecuzione della chemioterapia, l’Aman ha dato dimostrazione di grande sensibilità e di vicinanza, sia ai pazienti in cura presso il nostro centro, sia agli operatori sanitari, dotandoli di nuovi strumenti in grado di migliorare la qualità delle cure e il confort alberghiero''.

''Attraverso queste iniziative – conclude Maria Neve – intendiamo riconoscere la professionalità dei medici e degli operatori sanitari del nostro presidio ospedaliero. Per il 2020 confermiamo la presenza quotidiana dei volontari Aman nei punti di accoglienza dei reparti di Oncologia e di Senologia e daremo l’avvio a nuove attività, come il progetto, già in fase avanzata di realizzazione, della la Banca delle parrucche Aman, dedicato alle donne che stanno affrontando il percorso chemioterapico''.






Facebook Twitter Rss