ANNO 9 n° 143
Al via “Arte e Sapori,
i Valori della Tuscia”
Fino al 16 dicembre agroalimentare e artigianato artistico a Viterbo
06/12/2012 - 16:33

VITERBO - Made in Tuscia per valorizzare e promuovere qualità ed eccellenze. Al via “Arte e Sapori, i Valori della Tuscia”, artigianato artistico e agroalimentare per fare sinergia di fronte alla crisi, per continuare ad investire sul territorio Viterbese. Tutti i giorni, fino al 16 dicembre, in Via del Corso 21 a Viterbo. Ceramiche, fiori, vetrofanie, olio, dolciumi, conserve. Il meglio della produzione della  provincia. Il tutto in cesti pronti per essere regalati in vista delle festività natalizie.

Un evento voluto e partito dagli associati di Confcooperative Viterbo e CNA Associazione di Viterbo e Civitavecchia e che le due associazioni hanno sposato e promosso con forza. Presenti all’inaugurazione, cooperative agroalimentari e aziende artigiane. Assieme a loro, oltre ai rappresentanti di Confcooperative e Cna, anche la vice Segretaria della Camera di Commercio di Viterbo, Federica Ghitarrari, l’Assessore alle attività produttive del Comune di Viterbo, Paolo Muroni, e il Consigliere regionale Giuseppe Parroncini.

“Un’iniziativa – spiega la Presidente di Confcooperative Viterbo, Bruna Rossetti – che è al tempo stesso palestra e trampolino di lancio che permettono di fare rete tra artigianato artistico e agroalimentare, due settori importanti per il territorio della Tuscia. Una sfida in un momento di crisi e un segnale fondamentale per continuare ad investire su eccellenza e qualità”.

“Le nostre produzioni di nicchia e di eccellenza sono inimitabili – dichiara Luigia Melaragni, Segretaria di Cna Viterbo e Civitavecchia – Su queste la Tuscia deve far leva per il rilancio del turismo così come per acquisire nuove posizioni nei mercati esteri. L’evento ‘Arte e Sapori’, voluto dalle aziende, ci piace e, insieme con Confcooperative, lo sosteniamo, con l’auspicio che la rete possa ampliarsi. In un Natale che registra un calo dei consumi preoccupante ma purtroppo prevedibile, è importante che le scelte per gli acquisti siano orientate a sostenere l’artigianato”.

“Le imprese dell’artigianato artistico fanno fatica a resistere – spiega Daniela Lai, ceramista e vice Presidente di Cna Viterbo e Civitavecchia – negli ultimi mesi lo stato di ansia e di incertezza si è acuito. Ma non intendiamo rassegnarci, soprattutto perché non possiamo permetterci di perdere un patrimonio culturale tanto importante. Artigianato d’arte e settore alimentare si coniugano perfettamente e sono parte di una economia che costituisce uno stile di vita”.

“Artigiani che operano nei settori della ceramica, del vetro e della pietra – conclude il Presidente del Consorzio Valori e Sapori della Tuscia, Francesco Reali – e che continuano a lavorare a mano oggetti artistici destinati a contenere cibi, si sono incontrati con imprenditori impegnati a difendere l’alta qualità dei prodotti agroalimentari dei nostri territori, per studiare nuove forme di promozione del made in Tuscia Viterbese: è nato così questo progetto che presentiamo in occasione del Natale ma che svilupperemo”.






Facebook Twitter Rss