ANNO 10 n° 19
Al Rocchi arriva la Nuorese di Jeda
Impegno casalingo per la Viterbese
al rientro dalle vacanze natalizie
04/01/2015 - 02:01

di Tommaso Crocoli

VITERBO - Regali e fuochi d'artificio sono ormai un ricordo, si torna in campo. Il girone G della Serie D vive un doppio incrocio da brividi tra Lazio e Sardegna, con la capolista Lupa Castelli impegnata con l'Olbia e la Viterbese, distante tre punti dalla regina della classe, che riceve al Rocchi la visita della Nuorese.

Una sfida che segna l'inizio del percorso di avvicinamento al big match, in scena tra un mesetto, tra le due squadre che ambiscono alla vittoria del campionato. E proprio per questo, Ferazzoli sa di non poter sbagliare: ''Guardando i numeri, sento dire che ci aspetta oggi un impegno abbastanza agevole. Io sono convinto che la Nuorese verrà a Viterbo con l'intento di giocarsi tutte le sue carte, dovremo essere bravi a imporre fin da subito il nostro gioco e scendere in campo con la giusta determinazione''.

La squadra di Bacci, d'altronde, ha spesso espresso il meglio proprio in occasione di incroci con rivali d'alta classifica e non nasconde, grazie anche al recente mercato in entrata, l'ambizione di recuperare velocemente terreno in classifica. In attacco, i sardi possono contare su una delle coppie più forti della categoria, con Cappai affiancato dal nuovo acquisto Jeda. ''Il brasiliano è un giocatore che in questa categoria non c'entra nulla - spiega Ferazzoli - non lo scopriamo certo oggi, viste le tante presenze in serie A alle spalle. Ma anche noi ci siamo rinforzati a dicembre, e so di poter contare su una rosa di primissimo livello, coperta in ogni reparto''.

Qualche problema, al mister gialloblu, lo ha portato il giudice sportivo: out Nuvoli e Perocchi, entrambi squalificati. Al posto del centrocampista, potrebbe esordire dal primo minuto Assenzio, in ballottaggio con Faenzi. Ferazzoli ha ribadito più volte, parlando di quest'ultimo, di ritenerlo ''un giovane solo anagraficamente, vista la qualità di cui dispone''. Dietro, invece, la scelta ricadrà su uno tra Pingitore o Costalunga, con Tuniz confermato sulla corsia opposta. C'è poi la tentazione Oggiano: l'esterno offensivo, piatto pregiato del calciomercato invernale, potrebbe conquistare una maglia da titolare al posto di Morini. Appuntamento al Rocchi alle 14.30, con un orecchio dalle parti dei Castelli. Natale è passato, per carità, ma un regalino dalla Befana, in leggero anticipo, sarebbe più che apprezzato.





Facebook Twitter Rss