ANNO 7 n° 325
''Adesso pensiamo alla Lucchese''
Viterbese, Puccica: ''Sabato la gara può riaprire discorsi importanti''
22/03/2017 - 02:01

di Stefano Renzo

VITERBO – ''Adesso pensiamo alla Lucchese, pensiamo a preparare al meglio delle nostre possibilità la gara di sabato che può riaprire discorsi importanti per questa Viterbese''. Così Puccica al suo primo impatto (di questa stagione) con la realtà gialloblu, un Lillo Puccica più portato alla praticità ed al realismo che non alle elucubrazioni di vario genere, al quale non sfugge l’importanza, la necessità, di dover iniziare con il piede giusto la sua terza avventura in carriera sulla panca della gialloblu.

E così il tecnico di Capranica ieri, dopo la prima uscita di lunedì, ha puntato su una doppia seduta, una al mattino l’altra al pomeriggio, volta ad approfondire la conoscenza umana e tecnica degli uomini di cui dispone, tanto per abbozzare con una certa concretezza, almeno nella sua mente, uno schema di gioco ed una formazione da gettare nella mischia contro i rossoneri di Galderisi.

Ieri mattina la Viterbese si è allenata, sempre a porte chiuse, all’Enrico Rocchi (provata a lungo la difesa a tre), mentre nel pomeriggio, come preannunciato dal patron Piero Camilli, si è trasferita a Grotte di Castro dove le condizioni del rettangolo di gioco sono considerate migliori di quelle dell’Enrico Rocchi. Rocchi dove, detto per inciso, giusto ieri sono iniziati i lavori per il posizionamento ed il collegamento alla cabina elettrica del generatore di energia.

Nessuna sorpresa da parte del giudice sportivo che, come previsto dopo l’espulsione di Livorno, ha squalificato per un turno Emiliano Tortolano (Emilio Dierna finisce in diffida) per una assenza che va ad aggiungersi a quelle di Cruciani (dovrà rimanere a riposo per una decina di giorni) e degli infortunati di media e lunga data quali possono essere considerati Cenciarelli, Jefferson, Scardaa e Sforzini. Poi ci sono dubbi sulla disponibilità di Falcone (problemi muscolari anche per lui) e di Jallow colpito duro dai difensori in quel di Livorno: i due attaccanti sono rimasti a riposo lunedì, eri mattina hanno sostenuto lavoro differenziato, oggi se ne potrebbe sapere di più sulla possibilità che possano o meno recuperare in tempo per sabato.

Designato intanto l’arbitro della partita. A dirigere Viterbese – Lucchese sarà il fischietto barese Nicola Di Tullio che al Rocchi si avvarrà della collaborazione degli assistenti Pietro Guglielmi (Albano Laziale) e Vincenzo Madonia (Palermo). Nella stagione in corso c’è già un precedente della Viterbese con il direttore di gara pugliese: lo scorso 11 dicembre in Arezzo – Viterbese, incontro terminato sul punteggio di 0 a 0.

Ed ancora a proposito di giudice sportivo, anche la Lucchese lamenta assenze, due, per squalifica: due turni sono stati inflitti al difensore Capuano (espulso sabato scorso) ed una giornata per recidività in ammonizioni è toccata all’attaccante De Feo.

La Viterbese anche oggi sarà impegnata in un doppio allenamento, mattina e pomeriggio, sul rettangolo di Grotte di Castro. Anche lì, sembra, a porte chiuse.






Facebook Twitter Rss