ANNO 9 n° 324
''Abbiamo fatto una partita splendida''
Mister Lopez è un fiume in piena dopo la clamorosa vittoria della Viterbese al San Nicola con il Bari: ''Vincere è stato meraviglioso''
02/09/2019 - 06:47

BARI – Giovanni Lopez è un fiume in piena. Non capita tutti i giorni di vincere al S.Nicola. Farlo in questa maniera, con grandi meriti, lo entusiasma ed ha entusiasmato, in verità, anche i 58 che sono arrivati dal Lazio. Un po' meno i tifosi baresi ma questo è un altro discorso. 'Abbiamo fatto una partita splendida – afferma Lopez – di grande cuore ed applicazione. Devo elogiare pubblicamente questa squadra perché mi ha sorpreso in positivo'.

Pensava che potesse fare bene, ma fino a questo punto... 'Abbiamo messo il Bari in grande difficoltà. Non so quante altre squadre ci riusciranno qui al S.Nicola. Vincere è stato meraviglioso'. Che squadra sarà la Viterbese? 'Una compagine che può far divertire. Serve profilo basso e giusta mentalità. Non voglio fare nomi, non servono. I ragazzi vanno elogiati tutti in blocco'. Spiega un aneddoto. 'Quando siamo arrivati a Bari ho letto un po' di preoccupazione nei volti dei miei ragazzi, era fondata. Stavamo giocando contro una squadra dalle potenzialità immense. Invece abbiamo dimostrato che ogni partita va giocata fino alla fine ed il risultato ne è la conseguenza'.

Due parole anche da parte di Federico Baschirotto che commenta così la vittoria del S.Nicola. 'Il nostro segreto è stato quello di mantenere alta la concentrazione. Sapevamo di affrontare una squadra attrezzata per il salto di categoria e perciò abbiamo fatto di tutto per mettere i bastoni tra le ruote. Ci siamo riusciti ora siamo tutti felicissimi'. Sul rigore il difensore ha visto bene. 'La palla è carambolata sulla mano di Atanasov che era attaccata al corpo. Le nuove norme sono cambiate anche sui falli di mano in area di rigore'.

Sulla sponda barese emblematico il mister, Giovanni Cornacchini: 'La nostra partita non è stata all'altezza. Occorre analizzare dove abbiamo sbagliato a mente fredda. Occorre, però, cambiare la mentalità perché se ti chiami Bari non significa che devi fare la partita e vincere non curando la fase di non possesso. Kupisz? Non si era allenato per 4 giorni, dovevo scegliere tra lui e Corsinelli. Abbiamo sbagliato in difesa, gli errori ci sono stati, è evidente'. Chiude sui fischi. 'Se perdi in casa, con la Viterbese non puoi pensare di essere applaudito. Loro hanno fatto una buona gara, sono stati attenti e concentrati e noi abbiamo concesso troppo'.





Facebook Twitter Rss