ANNO 8 n° 346
''Abbiamo fatto qualcosa in più del nostro dovere''
Luisa Ciambella fa chiarezza sulla questione dell'ufficio tributi
19/02/2018 - 17:27

VITERBO - “Abbiamo ereditato una macchina comunale decisamente ingolfata e con fatica siamo riusciti a rimettere in funzione molti servizi, risolvendo i problemi, assumendo nuovo personale e investendo risorse. Così continueremo a fare per dare risposte concrete ai cittadini”.

 E’ un percorso delineato e concreto quello che traccia il Vice Sindaco del Comune di Viterbo, Luisa Ciambella, per fare chiarezza in merito alle valutazioni pubbliche espresse da una sigla sindacale in merito alla situazione dell’Ufficio Tributi.

“Ci siamo insediati nel 2013 - ricorda Luisa Ciambella - quando la percentuale di assunzione per l’Ente era mediamente del 40%. Appena è stato possibile, nel 2014, abbiamo inserito nel personale dell’Ufficio Tributi 3 unità a tempo indeterminato e 5 a tempo determinato. Poi nel 2015 e 2016 abbiamo subito il blocco delle assunzioni in seguito alle procedure di ricollocamento del personale delle Province. E non possiamo dimenticare nemmeno che oltre a queste difficoltà che hanno limitato l’intervento dell’Ente, i dipendenti dell’Ufficio Tributi si sono dovuti sobbarcare la soluzione alle sciagure del caso Esattorie. Oltre a tutte le competenze che prima venivano svolte esternamente e le ulteriori criticità connesse alle banche dati che sono state caricate all'Ufficio Tributi, il Comune ha ereditato un ammanco di 5 milioni di euro che questa Amministrazione ha dovuto recuperare e che è riuscita a fare almeno in parte”.

“A questo punto, dovendo tirare le somme - chiarisce Luisa Ciambella -, trovo surreale la posizione di un sindacato che reputo tra i più attenti conoscitori della criticità degli enti pubblici e che, in un momento particolare, ha voluto focalizzare la sua attenzione su un determinato settore rispetto ad una valutazione complessiva che poteva interessare anche altri uffici. Se c’è un settore all'interno del Comune di Viterbo, che nel rispetto di normative talvolta limitanti, ha beneficiato di nuove assunzioni e interventi è proprio quello dell’Ufficio Tributi. Mi stupisce che su problematiche altrettanto ataviche di Anagrafe e Polizia Locale, e non solo, non ho sentito pronunciare nulla dalla stessa sigla sindacale”.

“Faccio presente, infine, che questa Amministrazione Comunale, e in particolare per le mie competenze, fin dall’insediamento ha lavorato per sostenere il settore dei tributi tanto da finanziare un appalto che, a conclusione delle procedure di verifica dei successivi ricorsi, vedrà la luce a breve e fornirà altre 6 unità di personale a supporto dell’Ufficio Tributi. Molto c’è da fare, ma sicuramente abbiamo fatto il nostro dovere, e vista la normativa restrittiva anche qualcosa di più, dando priorità ad un settore fondamentale per la macchina amministrativa. Vanno sicuramente ringraziati - conclude il Vice Sindaco, Luisa Ciambella - i dipendenti comunali per lo sforzo che in questi mesi hanno fatto e quotidianamente fanno per mantenere attivi ed efficienti tutti i servizi comunali e in special modo l’Ufficio Tributi. Stupisce immaginare che un amministratore comunale possa macchiarsi della colpa di invitare i cittadini a consultare gli uffici per avere informazioni. Bisogna essere in grado ogni giorno di confrontarsi con i cittadini e per questo dobbiamo lavorare per dare loro risposte concrete e tanto più rispettare il loro diritto di avere prestazioni efficaci ed efficienti in tempi utili. Con questo spirito continueremo a lavorare per il bene di tutti la popolazione”.






Facebook Twitter Rss