ANNO 9 n° 109
Abbattuto l'ovile abusivo di Antonio Pira
Il pastore sardo si rese protagonista di atti intimidatori ai danni dell'ex sindaco
09/04/2019 - 12:00

FARNESE - Antonio Pira, pastore sardo di 76 anni, nel 2017 è stato rinviato a giudizio per i presunti atti intimidatori ai danni dell'ex sindaco di Farnese Dario Pomarè. E nella giornata di ieri si è visto demolire l'ovile, abusivo, che possedeva a Poggio del Cerro. Le ruspe si sono azionate nella mattinata di ieri per abbattere la struttura che occupa la zona accanto a Farnese. Tutto davanti agli occhi di un incredibile schieramento di forze dell'ordine: dalla Polizia, ai Vigili passando per la Finanza.

Tutto tenuto sotto controllo dall'elicottero dei Carabinieri che sorvolava il luogo d'interesse. I lavori sono andati avanti tutta la mattinata, ma hanno lasciato intatta la parte centrale della struttura che comprende un tetto in Eternit in attesa dei certificati che ne escludessero la pericolosità.

L'allevatore era stato arrestato nell'ambito dell'operazione ''Terra Madre'' nel 2015: un astio verso il sindaco, nato con l'approvazione del nuovo regolamente sugli usi civici che avrebbero privato Pira di 60 ettari di pascoli. Tra i vari atti, il pastore, avrebbe distrutto l'uliveto di Pomarà, con 160 piante, dopo avergli ucciso i cani a bastonate. 







Facebook Twitter Rss