ANNO 10 n° 29
A Viterbo arriva la Virtus Francavilla: una sfida per non rimanere invischiati nelle zone basse
13/12/2019 - 18:24

 

La stagione della Viterbese sta rapidamente mutando. Le prime giornate avevano visto la squadra ripetere i buoni risultati della scorsa stagione annichilendo peraltro anche il ben più quotato Bari. Dopo la partita con la Sicula Leonzio però qualcosa si è inceppato. Il pareggio di Caserta e la sconfitta di Monopoli hanno infatti portato all’esonero di Lopez che pur stava conducendo la squadra in zona playoff: la riprova del fatto che il romano stesse compiendo un buon lavoro è il fatto che la squadra dopo la sua partenza non abbia collezionato nemmeno un punto nelle quattro partite disputate. In tutto quindi la Viterbese ha perso cinque gare di fila, non vince dal 27 ottobre e ha segnato una rete in più di un mese nella sconfitta di Terni.

L’ultima sconfitta di Reggio, giunta contro la squadra che sta dominando il campionato, fa inoltre male perché arrivata solo su rigore all’86’. A Viterbo arriva una squadra ben più abbordabile, il Francavilla allenato dal cosentino Bruno Trocini. I pugliesi stanno compiendo un cammino speculare ai laziali e con un solo punto in più li precedono al tredicesimo posto. Il Francavilla ha battuto all’ultima la Cavese, squadra che lotterà anch’essa per la salvezza, obiettivo di entrambe: non solo per questo la è temibile ma anche per il fatto che in nove gare esterne le sconfitte siano state soltanto tre, pur veleggiando in bassa classifica. Il Francavilla fuori casa è una compagine che si difende bene e subisce poche reti, 12 in 9 partite, uno score assai migliore della Viterbese che in nove incontri è stata trafitta 16 volte. Come altre squadra fa parte del gruppone di medio-bassa classifica con poche ambizioni di playoff ma che molto probabilmente non verrà matematicamente retrocesso. Il girone C di quest’anno vede due calabresi protagonisti in positivo e in negativo. Da un lato la Reggina con l’arrivo di uomini esperti quali Reginaldo e Denis e un mix interessante di giovani sta ritrovando i fasti di un tempo; dall’altro il Rende, lo scorso anno ai playoff, è miserabilmente all’ultimo posto con appena 10 punti in 18 partite. Per la squadra calabrese, si tratta di un rendimento particolarmente negativo che nemmeno i tifosi o i migliori bookmaker avrebbero facilmente previsto a inizio stagione. Stesso discorso per la Viterbese che dopo la sconfitta contro la Reggina è scivolata al quindicesimo posto, nonostante abbia ancora un discreto margine di vantaggio sulle squadre fanalino di coda. Registrarsi sui bookmaker per osservare le quote associate alle performance della Viterbese potrebbe essere un altro modo per seguire il rendimento della squadra, oltre a creare spunti per scommesse. Una panoramica dei siti AAMS autorizzati alle scommesse sulla Serie C è disponibile qui.

Nell’ultima gara prima del giro di boa, la Viterbese dovrà ritrovare la vittoria davanti al proprio pubblico che manca da ben tre giornate, per evitare di essere coinvolta nella pericolosa lotta per la salvezza nel girone di ritorno. L’obiettivo zona playoff è e rimane abbordabile e distante solo tre punti. Un divario colmabile in una sola partita, in una stagione che deve ancora essere totalmente decifrata.

 






Facebook Twitter Rss