ANNO 7 n° 233
A ottobre Viterbo si mette in marcia
09/08/2017 - 18:13

Il mese di ottobre si preannuncia particolarmente ricco di iniziative per la nostra area territoriale, accomunate dal tema del 'movimento': oltre al ritorno di CamminainTuscia, infatti, anche la pista di Viterbo viene messa al centro di appuntamenti speciali, che offriranno anche i piloti amatoriali la possibilità di scoprire l'ebbrezza della velocità.

È il movimento il fil rouge che lega gli eventi organizzati nell'area di Viterbo nel mese di ottobre: un fatto curioso, ma esemplificativo anche dell'importanza che il nostro territorio sta riscuotendo a livello nazionale. E se da un lato l'invito è marciare a piedi per riscoprire antichi percorsi, dall'altra parte si punta decisamente sui brividi di velocità e su mezzi di primo ordine.

La guida veloce. Sono queste infatti alcune delle caratteristiche del progetto di Rse Italia, azienda italiana specializzata nel noleggio di supercar, che proprio nel mese di ottobre proporrà i propri servizi nell'autodromo di Viterbo: nel weekend del 7 e 8 ottobre, infatti, il tracciato sulla Cassia Nord ospiterà i piloti non professionisti che hanno acquistato i voucher sul sito della compagnia, scegliendo una delle auto del garage per mettere alla prova le proprie abilità al volante.

Muoversi in pista. L'occasione è ghiotta per i patiti dei motori, perché consente di noleggiare una supercar con cui effettuare alcuni giri di pista, percorrendo le tracce dei professionisti; il parco auto, poi, è decisamente interessante, perché mette insieme diversi modelli di Ferrari (in arrivo c'è anche l'ultimissima nata a Maranello, la Ferrari 812 Superfast), di Lamborghini, di Maserati e di Porsche, vale a dire praticamente il top di lusso e velocità.

Al volante di una supercar. Il tracciato viterbese è particolarmente apprezzato dai piloti, perché combina tratti di guida pura - con curve anche piuttosto complesse da eseguire, che consentono di testare le proprie capacità di conduzione di una vettura impegnativa come quelle citate - ai rettilinei in cui lanciare al massimo il motore, senza ovviamente trascurare le regole basilari di sicurezza e di buon senso.

Torna CamminainTuscia. Proprio nello stesso periodo, come accennato (e come riportato anche nei giorni scorsi dalle pagine del nostro portale), l'intera zona viterbese sarà di nuovo al centro del progetto CamminainTuscia, organizzato dalla Camera di Commercio Viterbo, che torna dunque dopo i buoni riscontri della prima edizione, svoltasi lo scorso anno. L'obiettivo è di far riscoprire ai turisti, ma anche agli stessi cittadini della Tuscia, l'antico itinerario della Via Francigena.

120 chilometri lungo la Via Francigena. Insomma, anche in questo caso il territorio si muove e si mette in marcia, e per la precisione l'iniziativa coinvolge in maniera diretta tutti i Comuni che ricadono nei pressi dell'antico percorso dei pellegrini (l'elenco completo comprende Proceno, Acquapendente, San Lorenzo Nuovo, Bolsena, Montefiascone, Viterbo, Vetralla, Capranica, Sutri e Monterosi). Per sette giorni, da mercoledì 4 al successivo mercoledì 11 ottobre, i partecipanti si muoveranno (a piedi o a cavallo) in questo percorso di 120 chilometri nel cuore della Tuscia, immersi nelle bellezze del paesaggio e 'incentivati' da degustazioni di prodotti tipici e visite guidate ad alcuni monumenti particolari.

Un percorso completo per valorizzare il territorio. La tappa finale prevede l'udienza dei viandanti con Papa Francesco I in piazza San Pietro a Roma (in questo caso, il trasferimento avverrà in pullman), che rappresenta il culmine di una manifestazione che ambisce a essere non solo un itinerario religioso, ma anche una grande opportunità per promuovere e valorizzare arte e cultura, natura, enogastronomia, tradizioni e artigianato dei territori percorsi.


loading...





Facebook Twitter Rss