ANNO 9 n° 237
''A Montalto Marina sì, al lido di Pescia no!''
Incuria e abbandono su parte del litorale, la denuncia del PD
20/04/2019 - 09:34

MONTALTO DI CASTRO - Riceviamo e pubblichiamo dal Circolo PD di Montalto di Castro e Pescia Romana:

Domenica è Pasqua per tutti ma non ovunque!

Questo lo scotto da pagare, dove l'attenzione è stata rubata dagli interventi tempestivi dovuti alla fiera primaverile 'Maremma d'amare', che ha visto grandi pulizie, continue sostituzioni di mattonelle del lungomare ed interventi, più o meno urgenti, volti a ricreare un ordine quanto meno apparente, della Marina di Montalto, che accoglierà visitatori, turisti ed amanti dell'equitazione.

Il tutto a scapito del lido di Pescia, dopo un sopralluogo del nostro Segretario Quinto Mazzoni, la cruda realtà: le passerelle sono mattoni disconnessi e a sé stanti, le spiagge sporche come il periodo invernale, il verde è trasandato ed incolto, mentre se non necessita cure è perché tutto è ormai secco, ed i chioschi e le strutture sulle spiagge, o al ridosso delle stesse, sono cantieri aperti, dove si lotta contro il tempo per il rimontaggio, a seguito dei danni subiti con l'aver dovuto ripristinare lo stato dei luoghi a novembre scorso!

Ad aggravare il tutto è lo spreco dei soldi pubblici, che nel nostro Comune non ha mai fine, basti pensare ai 7.320,00 euro investiti, con determinazione n. 128 del 06 luglio 2018, nel posizionamento di una siepe, che sta soffocando sotto le erbacce, e che si può intravedere solo se si aguzza la vista in mezzo a tanto degrado, una fioriera che funge da 'rotonda' dove era stata piantata una palma, dalla vita breve, giacché oggi è un Calistemo e che vede la strada dove è posizionata, per rendere migliore la viabilità, ricoperta di ben 25 cm di sabbia!

Una natura morta e cantieri aperti, accoglieranno i turisti che, nostro malgrado o per fortuna, non so quale sia l'espressione migliore, stanno arrivando per trascorrere la Pasqua a Pescia Romana, ed opteranno, come tanti, che ormai non vengono più, per altri lidi in Toscana, vista la situazione di degrado, disorganizzazione e la nostra scarsa accoglienza, dovuta a sciatteria degli arredi urbani, assenza di servizi igienici pubblici ed alla mancata manutenzione di verde e strade di maggiore fruibilità!

Il nostro pensiero va a tutti gli operatori turistici, che già hanno dovuto sostenere gli alti costi di smontaggio e montaggio delle strutture, nonché a tutti gli agriturismi e gli operatori della ristorazione, che ci auguriamo sapranno tenere i denti stretti e vincere, con la loro professionalità, le mancanze di questa amministrazione!

E nell'augurare buona Pasqua a tutti, rivolgiamo a loro ed alla loro forza di volontà i nostri più sentiti auguri di tutto cuore!






Facebook Twitter Rss