ANNO 9 n° 341
''A Belcolle sono sparite le navette''
Il servizio era partito un anno fa. Federdipendenti: ''Tanti disagi per gli utenti, la Asl lo ripristini''
27/06/2019 - 09:17

Riceviamo e pubblichiamo*.

VITERBO - Belcolle, che fine ha fatto il servizio di bus navetta?

Era il 24 luglio 2018 quando la Asl di Viterbo, attraverso il direttore generale, comunicava l’avvio del servizio di bus navetta all’interno del complesso ospedaliero di Belcolle, avente lo scopo di rispondere all’esigenza di accompagnare gli utenti il più vicino possibile ai principali punti di accesso ai servizi ospedalieri: l’entrata esterna, le fermate del bus della Francigena, il pronto soccorso, l’accesso superiore alla Dialisi e al Centro trasfusionale, la hall, il Corpo B e la palazzina D (che ospita, tra l’altro, le malattie infettive, il centro Aids, l’Spdc e l’area oncoematologica).

Oggi, ad un anno esatto di distanza, il servizio è scomparso e i problemi restano.

Scriviamo questa nota a seguito di numerose lamentele che ci pervengono da parte dei nostri iscritti e assistiti i quali, sia per esigenze mediche, che di rinnovo terapie, con tanto di legge 104 e quindi in condizioni gravi di disabilità sono costretti ad affrontare veri e propri viaggi della speranza per raggiungere la destinazione, aggravati anche dal fatto che il caldo di questi giorni non rende di certo facile l’intento.

Chiediamo pertanto alla Asl di Viterbo di attivarsi per ripristinare tale prezioso servizio, in modo che si possano ridurre i disagi dei cittadini che ogni giorno raggiungono l’ospedale viterbese, con particolare riferimento agli anziani.

*Federdipendenti provinciale Viterbo

 

 

 

 

 

 

 







Facebook Twitter Rss