ANNO 10 n° 52
Con il Taranto sarà calcio vero a Viterbo
Play-off, la sfida il giugno al Rocchi
02/06/2015 - 00:00

VITERBO - Si torna a respirare aria di calcio vero a Viterbo, con un quarto di finale play-off capace di far sognare soltanto leggendo i nomi delle due squadre che scenderanno in campo: Viterbese contro Taranto, due nobili decadute a confronto per uno spareggio che, al di là della posta in palio, regalerà agli spettatori del Rocchi uno spettacolo di assoluto livello, con il settore riservato agli ospiti pronto a riempirsi in una cornice di pubblico rara per queste categorie.

La squadra di Gregori si avvicina all'appuntamento sapendo da un lato di aver già fatto tanto, con un ripescaggio in Lega Pro che a questo punto è più di una semplice ipotesi, dall'altro che arrivare fino in fondo potrebbe trasformare il sogno in una piacevolissima realtà.

Il tecnico gialloblu sembra riuscito nell'impresa di riportare equilibri e solidità in una squadra che, nella seconda parte della stagione regolamentare, sembrava in balìa degli eventi. Le vittorie contro Olbia e Poggibonsi, sofferte ma meritate, hanno evidenziato il carattere di una rosa costruita per vincere il campionato e brava a calarsi subito nella nuova dimensione.

Sugli scudi Saraniti, tornato quello brillante di qualche mese fa nonostante qualche acciacco di troppo, e con lui un sontuoso Giannone, un Neglia tonico come non mai e un riparto difensivo che, finalmente, ha ridotto al minimo errori e disattenzioni. Nota lietissima il ritorno al gol di Pero Nullo, faro della Viterbese di inizio stagione oscurato da una seconda metà di campionato sottotono anche a causa dei tanti acciacchi. Se la condizione fisica tornerà quella di un tempo, il folletto umbro può trasformarsi in un'arma devastante contro ogni difesa.

Dall'altra parte, arriverà una squadra dal grande blasone, impantanata per il terzo anno consecutivo tra le acque della serie D. L'arrivo del Taranto sarà l'occasione per rivedere in campo Ibojo, difensore protagonista due anni fa di una grande stagione in gialloblu, e per osservare da vicino quel Mignogna che a dicembre era stato oggetto del desiderio della famiglia Camilli. Osservato speciale Giuseppe Genchi, a segno (sempre dal dischetto) nelle due gare play-off vinte dai pugliesi contro Potenza e Rende.





Facebook Twitter Rss