ANNO 7 n° 263
''14esima a luglio,
ecco chi ne ha diritto''
Perinelli (Spi-Cgil): ''Migliaia
di viterbesi interessati''
30/06/2017 - 15:56

VITERBO - ''Luglio sarà un mese importante per i pensionati italiani, quindi anche per migliaia di viterbesi: arriverà infatti la nuova quattordicesima dei pensionati''. Così Miranda Perinelli, segretaria dello Spi-Cgil di Civitavecchia-Roma Nord-Viterbo, ricorda che il prossimo mese verrà corrisposta in una unica soluzione la somma aggiuntiva al normale assegno mensile.

''Ne ha diritto – spiega -il pensionato con più di 64 anni che ha un reddito sotto certi limiti. Nella sua formulazione attuale, nasce grazie all’accordo tra sindacati e Governo del 2007 e fino a luglio 2016 è stata attribuita alle pensioni che non superavano una volta e mezza il trattamento minimo''.

Con l’accordo siglato a settembre 2016 da governo e sindacati, da luglio prossimo la somma aggiuntiva sarà incrementata del 30 per cento per i redditi non superiori a una volta e mezza il trattamento minimo ed estesa anche a chi ha un reddito compreso tra una volta e mezza e due volte il trattamento minimo (. La seconda grossa novità conquistata dal sindacato è che la quattordicesima è stata estesa anche a più di un milione di pensionati con un reddito tra 9.786,86 e 13.049,14 euro (tra 1,5 e 2 volte il trattamento minimo). Si considerano tutti i redditi, assoggettabili o esenti dall’Irpef, esclusi quello della casa di abitazione, gli arretrati di qualsiasi genere, i trattamenti di fine rapporto, la pensione di guerra, i trattamenti di famiglia, le indennità di accompagnamento e simili. Il reddito del coniuge non viene preso in considerazione.

''Lo scopo della 14esima per cui il sindacato si è battuto – conclude Perinelli - è quello di tutelare maggiormente il valore reale delle pensioni di importo medio-basso. Si tratta di un diritto, conquistato con mobilitazioni e trattative. Se si rientra nella platea individuata, non va presentata alcuna richiesta: la somma è accreditata in modo automatico. Le porte dello Spi e delle Leghe presenti sul territorio sono aperte: siamo a disposizione di chiunque avesse bisogno di chiarimenti''.







Facebook Twitter Rss