ANNO 8 n° 318
Giovedì web Vetrya inaugura il campus e con Blabel sfida Whatsapp
>>>> di Samuele Coco <<<<<
19/03/2015 - 02:01

di Samuele Coco

VITERBO - Quando si immagina il lavoro nelle sedi di Google, Facebook o Twitter, il primo pensiero va verso posti molto lontani da noi, in particolare nei pressi di una zona della California chiamata Silicon Valley. In quella grande fucina di idee, imprenditorialità e innovazione, ci immaginiamo dei giovani provenienti da ogni parte del pianeta, con il sogno nel cassetto di creare la prossima impresa di successo.

Oggi, per ammirare una realtà simile a questa, non dobbiamo recarci fino a San Francisco, è sufficiente percorrere quei pochi chilometri che separano Viterbo da Orvieto per poter vedere con i propri occhi la meravigliosa struttura dove ha sede il gruppo Vetrya.

Nel mese di dicembre, ho avuto modo di fare qualche domanda al presidente e fondatore dell’azienda, Luca Tomassini. A seguito di quell’intervista, Luca Tomassini è stato così cortese da invitarmi proprio all’inaugurazione del nuovo corporate campus, tenutasi sabato 14 marzo ad Orvieto.

Il campus di Vetrya è un vero e proprio fiore all’occhiello: una struttura creata, appunto, sul modello delle grandi aziende californiane: una sede ultramoderna, con spazi open space e con un’attenzione particolare all’ambiente e alle necessità dei dipendenti. Sì, perché il gruppo Vetrya è considerato uno tra i migliori posti dove lavorare: all’interno del campus si trova un’area svago e persino la zona baby parking per venire incontro alle esigenze dei genitori. Ma non finisce qui: ci sono anche una palestra, un centro sportivo e aree verdi dedicate.

Durante l’evento di inaugurazione, nel quale hanno partecipato diverse autorità politiche e del mondo del giornalismo, Luca Tomassini ha presentato l’ultima fatica della sua azienda: Blabel, una nuova applicazione di instant messaging che punta a fare concorrenza al colosso Whatsapp. L’applicazione, per ora ancora in fase beta, è già disponibile negli store digitali di Android ed iOS ed ha come punto di forza la personalizzazione e la possibilità di essere usata su cinque dispositivi contemporaneamente.

Blabel è un progetto ambizioso, riuscire a scalzare dal trono Whatsapp è compito assai arduo, ma l’applicazione, e il progetto stesso, meritano di essere seguiti ed incoraggiati. Confesso che non avrei mai creduto di poter assistere alla presentazione di una struttura del genere a pochi passi da casa nostra. Il corporate campus di Vetrya è una struttura moderna ed ecosostenibile, un vero e proprio pezzo di Silicon Valley trapiantato ad Orvieto, una città che vive ed ha vissuto di arte, di cultura e di storia. L’augurio è che un pezzo di questa storia possa essere scritto da Luca Tomassini e dalla sua Vetrya.





Facebook Twitter Rss