ANNO 9 n° 346
È una Viterbese da esportazione
Bernardo e Neglia firmano la vittoria a Genzano col Cynthia (2-0)
06/12/2015 - 16:25

VITERBO – Accorta, cinica, vincente. La marcia della Viterbese non si arresta neanche a Genzano, in un luogo ostile come i Castelli Romani che tante delusioni hanno dato al calcio della Tuscia nelle ultime due stagioni. Il tabù è sfatato grazie alla vittoria di oggi, 2-0 rotondo ai danni del Cynthia, in una trasferta che ha riservato tante insidie. Ma i gialloblu, sotto la cura Nofri, sono lanciatissimi, e sembra abbiano acquisito anche quella mentalità vincente che mancava. Un gol per tempo: apre Bernardo e chiude Neglia.

Nofri cambia poco rispetto a domenica scorsa, ma sorprende lo stesso. Perché lascia ancora in panchina il, centrocampista Selvatico, che pure veniva dato per titolare, e si affida ad Ansini invece del più offensivo Mbaye. In attacco tutto confermato, con la collaudata coppia Neglia-Bernardo chiamata a pungere gli avversari, sistemati con la solita accortezza dal tecnico Santolamazza.

Pronti via, e la Viterbese è in vantaggio. La solita sgroppata di Fe' sulla sinistra si conclude con un assist per Bernardo, che dal lato corto dell'area piccola batte sul secondo palo. Esultano i cinquanta gialloblu saliti sui Castelli.

Un gol che sblocca i gialloblu, che sembrano non soffrire il campo piccolo e spelacchiato di Genzano, né tantomeno le manovre del Cynthia. E allora al 22' potrebbe già arrivare il raddoppio: Neglia è travolgente sulla sinistra, centra il traversone per Bernardo che però stavolta non è fortunato e colpisce il palo esterno. Palla sul fondo.

Il Cynthia si sveglia nel finale della prima frazione, quando chiede con veemenza un rigore per un presunto fallo di mano in area di Ansini. Per l'arbitro è tutto regolare. Nella ripresa i castellani sono ancora più incisivi e producono il massimo sforzo alla ricerca del pareggio, offrendo però il fianco ai contropiede della Viterbese. Pini è subito impegnato, ma risolve in due tempi una velenosa conclusione della distanza. Al 16' l'allenatore gialloblu Nofri viene allontanato dalla panchina per proteste, ma ciò non gli impedisce di decidere l'esordio di Invernizzi, che prende il posto di Belcastro, con Neglia che viene arretrato. Cynthia ancora arrembante, però, e al 25' in mischia c'è un grosso rischio per Pini, ma la palla esce di poco dopo una deviazione. Alla mezz'ora è ancora brivido, ma la conclusione di Senesi finisce alta.

Ma ancora in contropiede arriva il raddoppio: grandissima azione personale di Neglia che di sinistro pesca l'angolino: 2-0, e si cominciano a stappare le bottiglie. Il Cynthia rimane anche in dieci per l'espulsione per doppia ammonizione di Menichelli. Peccato che sia il Grosseto sia l'Arzachena, vale a dire le due capolista, abbiano vinto. Ma la stagione è lunga.

VITERBESE (4-3-1-2): Pini; Pandolfi, Scardala, Pomante, Fe'; Ansini, Nuvoli, Cuffa; Belcastro (16st Invernizzi); Neglia, Bernardo (25st De Sena). Allenatore: Federico Nofri

Marcatori: Bernardo al 4pt, Neglia al 33st

Arbitro: Carella di Bari

RISULTATI E CLASSIFICA

CYNTHIA (17 punti) – VITERBESE (30).....0-2

NUORESE (25) – FLAMINIA (15).....1-0

GROSSETO (33) – CASTIADAS (6).....4-0

RIETI (27) – BUDONI (13).....1-0

ARZACHENA (33) – ASTREA (10).....1-0

LANUSEI (21) – SAN CESAREO (8).....0-0

MURAVERA (12) – ALBALONGA (21).... 1-0 

OLBIA (25*) – OSTIAMARE (24)......2-0

TRASTEVERE (19) – TORRES (24)…..1-1





Facebook Twitter Rss