ANNO 9 n° 259
Su Viterbopost.it Stadio, il giallo della fideiussione
28/10/2013 - 14:50

VITERBO -Se il Comune di Viterbo alla fine non dovesse riuscire a recuperare quei 102 mila euro e spicci, di chi si sarebbe la colpa? Parliamo dei soldi per i mancati “interventi migliorativi” che la Associazione sportiva Viterbese (attualmente società inattiva ma non fallita) avrebbe dovuto effettuare allo stadio Enrico Rocchi, come prevedeva il contratto di gestione. Già, di chi sarebbe la colpa? Dei dirigenti della As Viterbese stessi, che di colpe ne hanno già collezionate un bel mucchietto? O ancora, della società di Benevento – questa sì fallita – che ha prodotto la fideiussione assicurativa che la Viterbese ha poi ha girato al Comune per garantire la gestione dello stadio? Oppure, terza ipotesi, la colpa sarebbe di quegli amministratori che all’epoca albergavano a palazzo dei Priori e che si sono fidati di una fideiussione assicurativa (e dunque non affidabilissima) per dare la concessione di un bene pubblico come lo stadio agli amici dirigenti gialloblu?

LEGGI SU VITERBOPOST.IT





Facebook Twitter Rss