ANNO 9 n° 259
Su Viterbopost Un viterbese dirige Caninese - Montefiascone
05/03/2014 - 02:01

Dal disco al bilanciere, e poi adesso il fischietto. Un attrezzo leggero solo nel peso, ma gravoso quando lo si usa o non lo si usa. Già, fare l'arbitro è decidere, e decidere di non decidere, insomma prendere delle decisioni. Chiedere per esempio al famoso Bergonzi, roba da serie A, che sabato scorso all'Olimpico di Roma ha deciso di non decidere, sorvolando su un paio di simpatici cazzotti scagliati da De Rossi prima e Juan Jesus poi. Una vitaccia – e scendiamo più in giù di categoria – che per Matteo Centi però potrebbe essere il futuro.

Anche lui fa l'arbitro, questo ragazzone nato a Castel Cellesi, dove il Lazio abbraccia l'Umbria e sfiora persino la Toscana, dove Viterbo è lontana e Orvieto invece no, dove sbarcano i turisti del nord Europa a caccia di verde e castelli, olio, vino e quiete non necessariamente in quest'ordine. Oggi il viterbese Matteo arbitra un derby viterbese, quello tra Caninese e Montefiascone in Eccellenza, e la cosa è già bizzarra.

CONTINUA A LEGGERE SU VITERBOPOST.IT





Facebook Twitter Rss